Festivit

Festività natalizie 2007/2008 esiti in provincia di Siena. Festività natalizie: il bilancio di consumi e movimenti

Area
 Negozi
 Strutture ricettive e ristoranti
 Confronto generale festività 2006/07 – 2007/08
 
AMIATA - VAL'DORCIA
 Forte ripresa negli ultimi giorni di vigilia. Attenzioni per regali "utili"
 Benino Natale, bene Capodanno
 lieve miglioramento
 
VALDICHIANA
 Male alimentari e tipicità, non benissimo altri. Eccezioni positive per abbigliamento e regalistica
 Buon movimento a Capodanno. Ristorazione in crescita
 statico
 
VALDELSA - CHIANTI
 Risultati stabili con tendenza al ribasso. Eccezioni positive per prodotti di


Alta gamma
 Modesti a Poggibonsi, in crescita a San Gimignano. Chianti meglio a Capodanno
 statico
 
SIENA
 Calo diffuso, eccezioni positive per prodotti di alta fascia
 Male Natale, bene Capodanno. Permanenza media turisti: 2 giorni
 altalenante
 
Tendenze in crescita:
  Acquisti dell'ultim'ora, elettronica per teen ager, prodotti primo prezzo ed alta gamma. Attesa per i saldi
 Escursioni per Capodanno, soggiorni in hotel 3 stelle e affittacamere, terme
 
Tendenze in calo:
 Regali alimentari, libri, oggetti di spesa media
 Cenoni in ristorante, escursioni per Natale-S.Stefano
 
Ricostruzione a cura di Confesercenti Siena - gennaio 2008


Un Natale “magro”, pur se con diverse eccezioni. Una contrazione delle spese alimentari. Ed un movimento turistico catalizzato dal Capodanno. Sono queste le note principali che emergono dal primo bilancio delle festività natalizie 2007-08 per gli esercenti della provincia di Siena, ricostruito da Confesercenti attraverso le indicazioni raccolte tramite le proprie sedi territoriali. Un quadro ben diverso da quello emerso nel gennaio scorso, quando gli esiti delle Feste portarono il sorriso un po’ in tutte le aree della provincia; ma, al tempo stesso, migliore dei contorni assunti ancora poche settimane fa in alcuni comuni. 


Consumi: sempre più “ultim’ora”. Già emerso in passato, il dato forte delle spese per l’ultimo Natale è stato ancora di più la concentrazione delle maggiori spese nell’immediata imminenza della festa. Spese complessivamente statiche in volume rispetto all’anno passato: di reali incrementi parlano solamente i negozi specializzati sui prodotti di alta qualità, o all’opposto quelli dalle proposte a basso prezzo e largo consumo. Un capitolo a parte resta quello dell’elettronica, che conosce ancora incrementi soprattutto su oggetti di interesse giovanile (Ipod, consolle) e sui cellulari, con preferenza anche in questo caso per i modelli di alta fascia. Discordi i dati sull’abbigliamento: più di un negozio tra i consumatori ha registrato forte attesa per i saldi. Il calo generalizzato sembra invece riguardare i prodotti alimentari ed in particolare quelli tipici, soprattutto in termini di confezioni-regalo.


Movimenti: sempre più “Natale con i tuoi”. La spesa alimentare ha tenuto maggiormente per le esigenze familiari, anche perché, più che in passato, per cenoni e pranzi di Natale sono state preferite le tavole di casa. Sia ristoranti che strutture ricettive della provincia di Siena hanno registrato maggiori presenze soprattutto intorno a Capodanno, a fronte di un Natale (e spesso anche di un Santo Stefano) decisamente “fermo”. I riscontri di maggior vivacità arrivano tendenzialmente dai centri dove il programma di iniziative pubbliche è stato più ampio e condiviso tra istituzioni e associazioni: è il caso ad esempio di Chiusi od Abbadia San Salvatore. Le caratteristiche del calendario non hanno favorito nei turisti il prolungamento delle permanenze, che infatti si sono per lo più spinte ad un massimo di tre giorni, con preferenza per alloggi “light” (hotel tre stelle, B&b, affittacamere).


Le prospettive. “Dai riscontri emerge un quadro complesso – commenta il Direttore di Confesercenti Siena, Valter Fucecchi – i consumi hanno sostanzialmente tenuto, se si considera il contesto di generale contrazione avvertito su scala nazionale. La realtà senese dà segno di voler reagire alle difficoltà del periodo, ed è incoraggiante notare l’efficacia delle iniziative di collaborazione tra Pubblico e privato, ad esempio in seno ai Centri commerciali naturali, che hanno permesso di valorizzare questa operosità. Su questo fronte i migliori risultati si ottengono programmando e lavorando per tempo: è questa una indicazione di cui far tesoro nel 2008”.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523