Squalifica per tre anni di Alessandro Peruzzi

Unione Polisportiva Poliziana, la squalifica di Alessandro Peruzzi

L’Associazione Sportiva Unione Polisportiva Poliziana ha appreso con stupore della squalifica per tre anni inflitta al proprio tesserato Alessandro Peruzzi, per fatti accaduti oltre un anno e mezzo fa quando lo stesso non era tesserato con questa società sportiva.
L’unione Poliziana ritiene di non dover entrare nel merito della vicenda sulla quale hanno indagato gli organi a ciò preposti e si è pronunciata la Commissione Disciplinare in primo grado pur ribadendo la propria fiducia nei confronti di Alessandro Peruzzi, oltre che riconoscenza per l’attività positiva sino ad oggi svolta nell’interesse di questa società, non potendo in ogni caso dubitare, anche alla luce del rapporto personale instauratosi con lo stesso nelle ultime due stagioni sportive, dell’onestà e innocenza del proprio tesserato.
Purtroppo, di conseguenza di quanto sopra, le norme federali non consentono al sig. Peruzzi di svolgere l’attività di calciatore né quella di allenatore e conseguentemente l’Unione Poliziana si vede costretta ad affidare l’incarico di allenatore temporaneamente al Sig. Luca Torzoni, allenatore della squadra juniores, ringraziando a nome dell’intero Consiglio direttivo il Sig. Peruzzi per il lavoro sino ad oggi svolto e per i brillanti risultati ottenuti.
Purtroppo non possiamo non rilevare che in questa vicenda è stata penalizzata una società totalmente estranea a tutto ciò qual è l’Unione Poliziana (avendo perso in un colpo solo il giocatore e l’allenatore) con una sentenza emessa a metà campionato. Al riguardo si sottolinea come in situazioni ben più gravi e di maggior risalto a livello nazionale (ad esempio la vicenda “Calciopoli”) le decisioni sono state prese prima dell’inizio della stagione sportiva per non falsare l’andamento dei campionati. Probabilmente una decisione presa prima dell’inizio della stagione o alla fine non avrebbe creato una situazione così incresciosa. D’altra parte parliamo di fatti avvenuti nella stagione 2005-2006.
La società Unione Polisportiva Poliziana si riserva in ogni caso il diritto di agire nei confronti:
di tutti coloro, persone, enti, commissioni ed organi che con i loro comportamenti o decisioni, hanno potuto arrecare danno a questo sodalizio.
Per concludere ci pare opportuno ricordare che, a nostro modesto parere, tutti gli organi federali, ivi compresi gli Organi di Giustizia Sportiva, pur nella loro piena autonomia, hanno un obbligo morale e cioè quello di operare nel rispetto di tutti e soprattutto nello spirito di tutela del diritto di equità; (es. sentenza pronunciata a maggio poteva avere gli stessi condannati senza penalizzazioni a società estranee e senza falsare i campionati in corso).


Doriano Bui
Presidente Unione Polisportiva Poliziana

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523