Consueto successo di pubblico per il Bruscello 2003

Il Bruscello \"Paolo e Francesca\" ha richiamato in Piazza Grande un folto pubblico il 14, 15, 16 e 17 agosto

E per tetto un cielo di stelle... Come il titolo di un famoso film, anche il Bruscello
Poliziano edizione 2003 ha avuto quali comprimarie una moltitudine di stelle che lo hanno
accompagnato, evento non frequente nell’annalistica bruscellante, per tutte e quattro le
serate. Una temperatura elevata, ben oltre le medie stagionali, ha consentito al
numerosissimo pubblico di ogni rappresentazione di assaporare ancor di più la magia di
Piazza Grande.


Nel 64° anno di attività, la Compagnia Popolare del Bruscello ha offerto le tradizionali
arie di una manifestazione ormai a pieno titolo ‘storica’ per Montepulciano con la messa
in scena del dramma di dantesca memoria Paolo e Francesca.


Molto apprezzata dai poliziani e dai molti turisti italiani e stranieri la realizzazione
dello spettacolo, con la regia di Franco Romani coadiuvato da Giovanna Vivarelli. Forte
l’efficacia interpretativa dei protagonisti: Paolo, rappresentato. magistralmente
dall’ormai ‘collaudato’ Stefano Bernardini, insostituibile nelle parti romantiche,
Francesca, impersonata dall’esordiente Chiara Protasi, un battesimo che ne ha rivelato la
bella voce, l’intensa presenza scenica e la fresca spontaneità, Marco Giannotti, un altro
veterano nella non facile parte di Gianciotto, il marito crudele, reso con denso e cupo
vigore; validissimi tutti i solisti.


La Corale delle Grazie e la Corale Poliziana hanno dato immagine e voce a guerrieri,
popolani, ancelle e cavalieri, per la realizzazione dell’evento cui ha partecipato anche
la scuola di danza Balletto del XXI Secolo di Grazia Galante.
Ottima come sempre l’organizzazione di Mario Morganti e Woldemaro Abram, che hanno
ricevuto insieme al Gruppo Corale Le Grazie il Premio Crociani, consegnato dai
familiari, in memoria dell’indimenticabile cantastorie Arnaldo.


Piacevoli e godibilissimi gli arrangiamenti delle arie tradizionali, che i poliziani
ormai hanno nel sangue da sempre. L’Orchestra dell’Istituto Comunale di Musica, diretta
con mano sicura dal Maestro Luciano Garosi, coordinatore artistico dell’Istituto, è stata
protagonista per il secondo anno dell’esecuzione musicale, sottolineando con efficacia la
drammaticità o la briosità del momento insieme alle caratteristiche dei personaggi. Un
gruppo composto da giovani musicisti, che si sono impegnati seriamente nelle lunghe
serate di prove, a cominciare dal più giovane di tutti, il violoncellista Giulio
Marignetti, che ha resistito con l’archetto in mano, stoicamente, ogni sera fino a tarda
notte.


[L.T.]

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523