LIVE ROCK FESTIVAL 2009 - Dal 9 al 13 settembre ad Acquaviva (SI)

“Live Rock Festival of Beer”, Siena ospita rock e avanguardia a basso impatto ambientale

Dal 9 al 13 settembre sul palco di Acquaviva nomi come Oumou Sangare, Speed Caravan, la rivelazione inglese Ebony Bones, Ministri, Marta sui Tubi. Un festival che consolida la sua vocazione ecologista

Prenderà il via mercoledì 9 settembre la tredicesima edizione del “Live Rock Festival of Beer” nei Giardini Ex Fierale di Acquaviva, a Montepulciano (Siena) organizzato dal Collettivo Piranha in collaborazione con il Comune di Montepulciano, Provincia di Siena e Fondazione Monte dei Paschi. Stamani si è svolta la conferenza stampa di presentazione alla presenza del Direttore Artistico Alessio Biancucci, dell’Assessore alla Cultura del Comune di Montepulciano Franco Rossi e Gaetano Rispoli di Legambiente. Per cinque giorni fino a domenica 13 settembre saranno proposti rock e avanguardia, elettronica e world music in una prospettiva internazionale che valorizza la qualità di questa ormai consolidata rassegna musicale ad ingresso libero. Saranno 15 i concerti  (inizio alle ore 21.30) e oltre 100 artisti coinvolti e gli organizzatori si aspettano in questo piccolo borgo senese ( poco più di 2000 abitanti) oltre 13 spettatori provenienti anche da altri paesi europei come Spagna, Francia e Gran Bretagna, a conferma di come questo festival dei giovani organizzato dai giovani, può essere ormai annoverato dalla critica specializzata tra le rassegne gratuite più importanti d’Italia. Punto di forza è la capacità di coniugare la rassegna musicale di  alto livello con i crismi della festa popolare e una proposta enogastronomica di qualità oltre alla sensibilità ecologica per ridurre l’impatto ambientale della manifestazione. Per quanto riguarda gli artisti sul palco si alterneranno nomi importanti come Oumou Sangare (ambasciatrice FAO, nuova regina della musica africana), che torna in Italia dopo lunghi anni per due sole date: Roma e Acquaviva sabato 12 settembre, i New York Ska Jazz Ensamble (domenica 13 settembre) e i franco-algerini Speed Caravan (venerdì 11), scoperti da Peter Gabriel con la loro musica che coniuga suoni arabi, elettronica e punk.  Ebony Bones ( che aprirà il festival mercoledì 9 settembre), è la rivelazione della scena electro rock anglosassone che ad Acquaviva terrà l’unica data italiana, reduce dal grande successo in Francia al Festival sulla Senna che ha suscitato l'entusiasmo della stampa d’oltralpe come Liberation, L’Express e Le Monde. Poi gruppi italiani emergenti ma già apprezzati dalla critica come i Ministri (giovedì 11 settembre), la band che più di tutte si sta imponendo nella scena rock nostrana e scelti dai Coldplay come spalla per il loro recente concerto di Udine, e poi proposte sempre di qualità come Joycut e Marta sui Tubi (venerdì 11 settembre). “Che il paese è reale ce n'eravamo accorti da un bel po' – ha spiegato il Direttore Artistico Alessio Biancucci - proponendo anzitempo Mariposa, Beatrice Antolini, ...A Toys Orchestra, Davide Van De Sfroos, Baustelle, Bugo, Mojomatics e tanti altri. Ora però – ha aggiunto - non ha più senso rincorrere soltanto quel che ci resta da ospitare della musica italiana. Vogliamo continuare a stimolare la curiosità del nostro pubblico. Quindi si cambia passo e si vola all'estero, ferma restando la necessità di valorizzare quel poco o quel tanto di buono che la nostra penisola continua ad offrire. In 12 anni  - ha concluso - abbiamo dimostrato di avere un po' di qualità nello scoprire i nuovi orizzonti della musica, italiana e internazionale”. A differenza di tutte le manifestazioni legate al rock e ai concerti live, ad Acquaviva viene allestito un ristorante con le specialità della tradizione toscana, comprese le degustazioni di Vino Nobile di Montepulciano. La propensione ecologista si conferma con il progetto Mater-bi Live che prevede l’utilizzo di stoviglie biologiche per i servizi di ristorazione all’interno del festival. Nella scorsa edizione il Live Rock Festival ha fatto registrare, secondo le stime di Legambiente, Sienambiente e Comune di Montepulciano, il 93% di raccolta differenziata. Numeri che parlano da soli. E sull’impegno ambientalista quest’anno il Live Rock Festival rilancia con AcquaLive. Per risparmiare acqua e ridurre i rifiuti, saranno allestiti negli stand gastronomici i potabilizzatori per l’erogazione dell’acqua nelle varietà fresca, frizzante e naturale, così da eliminare la plastica delle bottiglie. “L’acqua è un diritto – ha sottolineato Gateano Rispoli di Legambiente -  e sarà diffusa gratuitamente e gli utenti dovranno semplicemente prenderla. Si tratta di un progetto di educazione ambientale per insegnare a tutti di sprecare il meno possibile”. “Questo festival di grande qualità è ormai uno dei fattori di crescita culturale del nostro territorio – ha detto Franco Rossi Assessore alla Cultura del Comune di Montepulciano – riesce a mettere insieme più generazione e si unisce agli altri due grandi eventi estivi come il Cantiere Internazionale d’Arte con la sua proposta di musica classica e la festa popolare rappresentata dal Bruscello”.


 


MERCOLEDI 9 SETTEMBRE



DINO FUMARETTO / ELIA BILLONI


Italia - «Tutto gira intorno a un piano suonato in stile kabarett tedesco, che con i suoi echi di Weimar contribuisce alla creazione di un mondo apparentemente decadente e malinconico. Non pensiate, però, di essere di fronte a disagio o tristezza: tutto è innaffiato da enormi dosi di ironia, che spezzano ogni velleità di reale esistenzialismo a favore di un'atmosfera sospesa tra gioco e parodia.» [ROCKIT]




COMEDI CLUB


Italia - «Testi ironici dal retrogusto spesso amaro, immagini dal carattere personale condite da un’attitudine al satirico e al grottesco, chitarre e batterie che si rincorrono. Un approccio che mischia un certo modo di cantare in italiano, con pochi fronzoli letterari e molta grinta, ad estri blues e punk in salsa rock&roll e che odora quantomeno di nuovo. E come olezzo non è niente male.» [ROCKIT]



EBONY BONES!


Gran Bretagna - «Arriva in Italia il fenomeno Ebony Bones. Questa ragazza è una giovane promessa della scena electro rock anglosassone divenuta con un solo album una solida realtà. Ruggente e originale come si sovviene alla sua figura afro rivoluzionaria e alle sue rime ribelli. Ebony è stata l'artista da tenere d'occhio al SXSW di Austin e si è esibita già tre volte sul palco di Glastonbury Festival. Da non perdere!» [MTV.IT]




GIOVEDI 10 SETTEMBRE




MOSEEK


Italia - «Amano i suoni decisi, sanguigni, l’hard rock, il grunge e non meno le sonorità melanconiche. Band vincitrice del “20 Hertz Contest” e del concorso “Musica in Primo”, i Moseek diffondono la loro musica con un’intensa attività live e attraverso passaggi radiofonici, tra cui Rai Radio1, all’interno del programma “Demo”, del quale Bad things è diventata sigla di chiusura.» [MESCALINA] 




MINISTRI


Italia - «Frizzanti strutture r’n’r così come validi testi dissacranti intonati con aggressività.»


«Nome nuovo di più probabile affermazione tra quelli cresciuti nel giro indipendente: sono giovani, bravi e furbetti quanto occorre, vantano una notevole determinazione, sanno star bene su un palco, godono dell’appoggio di una multinazionale e solo la sfiga potrebbe fermarli.» [IL MUCCHIO]




THE RUMBLE STRIPS


Inghilterra - «In un'industria musicale piena di imitatori e gruppi poco significativi spiccano per originalità The Rumble Strips, quattro amici di infanzia che hanno optato per una più peculiare e suggestiva formazione pianoforte e fiati, tutti amalgamati perfettamente dalla splendida voce del cantante Charlie Walker.» [XFM]


«Musica indubbiamente perfetta per un festival estivo.» [DAILY MUSIC GUIDE]




VENERDI 11 SETTEMBRE




JOYCUT
Italia -
«Il progetto di una rivoluzione eco-consapevole continua. Il cd “Ghost Trees”, allegato a XL e anticipazione del prossimo album “Ghost Trees…Where Disappear”, è solo il primo passo verso la realizzazione del grande sogno ambientalista dei JoyCut. Musica e progettualità, un connubio da recuperare, perché il rock da troppo tempo ha smesso di sognare, di farsi portatore di un'idea.» [XL]




MARTA SUI TUBI


Italia - «La musica dei Marta è permeata di iconoclastia sonica, e partendo da queste considerazioni si inquadra meglio la loro capacità di fare e disfare canzoni in un paio di secondi; questa obliquità compositiva, nonché i vari ganzi tecnicismi, riflettono il loro stato di musicisti a spettino, sempre tostissimi per tiro, energia cinetica e intelligenza.» [ONDAROCK]




SPEED CARAVAN


Algeria/Francia - Presentano il nuovo disco a Londra il 15 settembre, ma lo scorso anno Peter Gabriel li ha invitati personalmente al suo festival, scrivendo loro una lettera:


«Ci ha scritto che da tempo aspettava un progetto come il nostro, che la nostra musica andava oltre la world music. Ci sono raffiche di oud (liuto arabo) e programmazioni elettroniche, musica orientale che diventa punk.» [LA REPUBBLICA]



SABATO 12 SETTEMBRE



LA BARCA DE SUA


Spagna - «La particolarità de La Barca de Sua sta sicuramente nell’estro, in quella magia singolare e irripetibile, capace di renderli riconoscibili da subito. La grazia dei loro arrangiamenti, i suoni limpidi, l’attitudine ad unire dinamiche differenti, una presenza scenica che lascia emergere esperienze teatrali: siamo davanti a una formazione decisamente fuori dagli schemi.» [EL IDEAL]



OUMOU SANGARE


Mali - «La vibrante elettroacustica di Oumou Sangare prende spunto dal funky pentatonico del Wassoulou, genere nato nel Mali. Questo affascinante mix ha raggiunto in tutto il mondo un pubblico eterogeneo che presto ha consacrato l’artista tra le nuove dive della musica. Con la sua potenza e il suo timbro vocale, le performance live sono ricche di stile ed eleganza.» [BBC]









AFRO URBAN COMBO dj set


Italia/Africa - «I soundsystem che sanno guardare avanti sono capaci di unire l’elettronica dance ai suoni africani. Un esempio eccellente è questo Afro Urban Combo: fiati, drum machine e la voce di un mc nigeriano già premiato in Francia e idolo sexy delle ragazze più audaci. Una novità obbligatoria per chi ama la frenesia, l’entusiasmo e il ritmo sensuale della notte.» [ELETTROLINES]




DOMENICA 13 SETTEMBRE




BUD SPENCER BLUES EXPLOSION


Italia - «Un duo dalle potenzialità spaventose. Un impatto live come non si vedeva da anni. Per loro bisognerebbe parlare di blues, quello sporcato di rock. Ma stavolta le definizioni contano poco o niente: conta la loro assoluta, quasi naturale capacità di essere al centro della modernità. Se a metà del 2009 c’è una band su cui puntare, è soltanto e definitivamente questa.» [XL]




NEW YORK SKA JAZZ ENSEMBLE


Usa – «Leggi il nome e capisci subito, senza tanti giri di parole, con che gruppo hai a che fare. Una formazione di musicisti newyorkesi che si dedicano all’esplorazione di suoni e musiche a metà strada tra jazz e ska, tra i temi tradizionali e i suoni della dance hall, del reggae, del rocksteady. Un gruppo che elabora i classici del jazz riveduti e corretti alla luce della lezione bluebeat. Un gruppo che diventa ensemble, insomma un supergruppo.» [MUSIC CLUB]



MUNICIPALE BALCANICA


Italia - «Otto ribaldi giovanotti che hanno rivolto lo sguardo oltre l’Adriatico. Lo spirito delle fanfare dell’Est si unisce perfettamente ai venti caldi del Meridione, in forza di una perizia tecnico-strumentale che mai come in questo caso serve a differenziarne l’opera da prodotti consimili. Il piglio free-funk che alberga nei loro brani è memore delle lezioni internazionaliste.» [BLOW UP]


Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523