Le politiche culturali degli enti locali senesi

A Montepulciano Amministratori Pubblici, partner istituzionali, studiosi ed operatori culturali fanno il punto su una realtà già molto dinamica.

COMUNE DI MONTEPULCIANO
A Montepulciano si discute di politiche culturali, soggetti, risorse e strumenti. Sabato
29 novembre, dalle 9.15, al Teatro Poliziano si terrà un convegno, organizzato dal Comune
in collaborazione con la Provincia di Siena, nel corso del quale saranno dibattuti ed
approfonditi questi temi, particolarmente importanti in una realtà come quella senese.


IL PROGRAMMA


Dopo il saluto di Alberto Quinti, Assessore alla Cultura del Comune di Montepulciano,
sono previsti gli interventi del Prof. Pietro Clemente, Docente di Antropologia Culturale
all’ Università di Firenze, che tratteggerà una panoramica su identità culturali,
tradizioni e musei, di Luca Bonechi, Deputato della Fondazione Monte dei Paschi di Siena,
che parlerà di risorse per la cultura sia sotto il profilo dei progetti sia sotto
l’aspetto della valutazione dei risultati, e di Gaston Fournier Facio, Coordinatore
Artistico dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, che traccerà il profilo del Cantiere
Internazionale d’Arte, la principale iniziativa culturale di Montepulciano di cui è
profondo conoscitore avendone vissute alcune stagioni a fianco del fondatore ed ideatore
Hans Werner Henze.

Dopo il dibattito le conclusioni spetteranno a Fabio Ceccherini, Presidente della
Provincia di Siena, e Piero Di Betto, Sindaco di Montepulciano.




LA DICHIARAZIONE DI CECCHERINI


“In questi anni – dichiara Fabio Ceccherini - l’Amministrazione Provinciale di Siena ha
lavorato per mettere a sistema, rafforzare e coordinare le iniziative culturali attivate
sul territorio. Uno sforzo economico e finanziario notevole che ha prodotto ottimi
risultati”.


“In questo ultimo anno, ad esempio, abbiamo creato la Fondazione del Sistema museale
senese – ricorda il Presidente - con il compito di gestire e creare politiche che abbiano
ricadute anche in termini sociali e persino economici e turistici, senza dimenticare il
ruolo fondamentale di conservare patrimonio culturale senese e di renderlo fruibile a
tutti”.


“Assolutamente coerente con questa impostazione – puntualizza Ceccherini - è la proposta
del Comune di Montepulciano di dare stabilità ad una delle più alte espressioni
artistiche, quel Cantiere Internazionale che negli anni è diventato un autentico punto di
riferimento per il mondo della cultura, non solo musicale, italiano e internazionale”.


LA DICHIARAZIONE DI DI BETTO


“C’è una consapevolezza ormai cresciuta e matura: le attività culturali degli Enti
Locali – dichiara il Sindaco di Montepulciano Piero Di Betto - svolgono un ruolo
fondamentale nella vita dei cittadini, portano alla luce i contenuti profondi di un
territorio e su questi si sviluppano conoscenza e coscienza di sé e del proprio ambiente.
Costruiscono – prosegue il Sindaco – una comunità più adulta e allo stesso tempo – e per
questo – sono uno strumento di sviluppo economico oltre che sociale. Da queste
consapevolezze nasce la scelta della programmazione, dell’approfondimento, del
coordinamento delle iniziative e dei beni culturali


Il Cantiere Internazionale d’Arte – afferma Di Betto - riunisce in sé tutti questi
positivi connotati: si è rivelato uno strumento validissimo per Montepulciano sia per la
promozione della nostra realtà sia per la crescita culturale della popolazione; oggi il
Cantiere ha solo bisogno di una nuova forma di gestione, di una veste rinnovata che,
sotto l’aspetto gestionale, consenta di garantirsi maggiore snellezza e stabilità e di
accedere a nuove risorse”.


Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523