E

Si è conclusa l’ottava edizione del concorso enogastronomico che premia la tradizione gastronomica del territorio

Bruno Gambacorta (ideatore del premio): “Un’altra occasione per dimostrare


che c’è un ritorno alla tradizione gastronomica del territorio”.


Il Presidente Carletti: “Un evento che stimola il Sistema Montepulciano


grazie alla consolidata collaborazione tra Consorzio e realtà del territorio”


 


Con la “Zuppa del farrocchio”, in abbinamento con il Nobile Le Berne 2007 e “Lombatine di agnello fruttate”, abbinate al Vino Nobile Cantina del Redi Riserva 2005, la Contrada di Voltaia si è aggiudicata l’ottava edizione del premio enogastronomico “A Tavola con il Nobile”, ideato dall’inviato del Tg2 Bruno Gambacorta con il Consorzio dei produttori del Vino Nobile di Montepulciano.


 


I piatti che hanno sancito il successo di Voltaia, insieme agli altri primi e secondi proposti dalle cucine delle altre sette contrade del Bravìo (la sfida con le botti che si disputrerà domenica 29 agosto) potranno essere degustati per tutta la settimana in occasione delle cene proposte nelle suggestive sedi storiche.


 


«Questa nuova edizione – ha detto Bruno Gambacorta, presidente della giuria composta da 20 giornalisti provenienti da tutta Italia e non solo – non fa altro che testimoniare, anche attraverso l’impegno delle contrade, l’importanza di questo premio e che gli obiettivi che ci eravamo posti possono dirsi sempre più centrati con il recupero ormai di oltre 200 ricette della tradizione del territorio del Vino Nobile di Montepulciano».


 


Successo anche dal punto di vista della partecipazione dei giurati, con oltre 20 giornalisti provenienti da tutta Italia, che con la loro professionalità hanno permesso di animare le due giornate del premio che si è concluso con la tradizionale cerimonia di premiazione avvenuta in concomitanza con la presentazione del panno del Bravìo. «Il successo di questa iniziativa del Consorzio – ha detto il presidente del Consorzio Federico Carletti – è da ritrovare soprattutto nel forte spirito di collaborazione tra il Consorzio stesso, il Magistrato delle Contrade e tutte le istituzioni locali, sinergia che dimostra ancora una volta l’importanza di fare sistema in una realtà come quella di Montepulciano in cui tutto si fonde, arte, cultura, paesaggio e naturalmente enogastronomia».


 


Testimonial d’eccezione il cantante Omar Pedrini, uno dei fondatori della storica band rock dei Timoria, che ha raccontato nell’occasione della sua passione per l’enogastronomia, passione trasformata in programmi televisivi e radiofonici di successo, il prossimo su Isoradio – Rai.


 


“Il vino di qualità è come la musica rock – ha detto Pedrini – che si evolve ma rimane fedele a sé stessa: un vino come il Nobile esprime personalità e soprattutto uno stile inconfondibile che gli garantiscono longevità e riconoscibilità, senza possibilità di equivoci”. Si chiude così l’ottava edizione di “A Tavola con il Nobile”, manifestazione che anno dopo anno permette alla storia enogastronomica del territorio di ricomporsi intorno al prodotto per eccellenza, il Vino Nobile di Montepulciano, divenendo per le contrade del Bravìo delle Botti un entusiasmante “tavolo” di scontro prima della fatidica gara dell’ultima domenica di agosto.


 


L’appuntamento è ora per la nona edizione che, a detta del presidente Bruno Gambacorta, si preannuncia sempre più scoppiettante. L’albo d’oro di A Tavola con il Nobile annovera le seguenti contrade: San Donato, Collazzi (due volte), Gracciano, Voltaia, Cagnano, San Donato e per la seconda volta Voltaia.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523