I 20 anni del Sasso

La scuola di lingue, una realtà importante per Montepulciano. Quella che è la Scuola di lingue Il Sasso, oggi Società a nome collettivo, è nata come cooperativa vent’anni fa, il 30 settembre 1983.

Quella che la Scuola di lingue Il Sasso, oggi Societ a nome collettivo, nata come
cooperativa ventanni fa, il 30 settembre 1983.


A chiedere a Patrizia Porreca, amministratore e rappresentante legale della Societ, e ad
Alberto Quinti se, dopo 20 anni rifarebbero ci che insieme ad altri soci hanno creato,
la risposta stata senza alcun dubbio: S! Perch ci piace, perch ci interessa!. E
non si tratta solo di insegnare: il contatto con la gente, fatto di pi aspetti, per
tutto quello che questo lavoro ha fatto conoscere a noi del nostro territorio e per
quanto stata grande la nostra crescita personale, fatta del rapporto con gli altri, gli
incontri con persone che vengono a imparare litaliano e a scoprire la nostra zona,
portando ciascuno la propria esperienza.


Con un giro di studenti provenienti da tutto il mondo stimato intorno alle 700 presenze
allanno, la scuola si colloca numericamente ad un livello medio-grande, come un istituto
di una grande citt. Aperta tutto lanno, ha un andamento diverso, a seconda del periodo.
Con la maggiore affluenza straniera tra Pasqua e ottobre, la scuola vede impegnati dai
sei ai dieci insegnanti, tutti altamente qualificati.


Numerosi sono stati i riconoscimenti ricevuti in 20 anni di attivit; il pi recente,
questanno, la Presa datto del Ministero della Pubblica Istruzione: Il Ministero,
in seguito alla visita di un ispettore, ha riconosciuto, sia la struttura come idonea
alla funzione scolastica, assolutamente in linea con le normative per lhandicap, che la
qualit e la validit dellinsegnamento, per il livello e la formazione di tutti gli
insegnanti ha spiegato la Dottoressa Porreca.
Scelta anche dalle ambasciate per lapprendimento della lingua italiana rivolto non solo
agli alti funzionari ma anche agli ambasciatori che si avvicendano nel nostro Paese, la
scuola riceve richieste per vacanze studio dallambasciata Australiana, Irlandese,
Americana, Neozelandese e Canadese sia a Roma che presso la Santa Sede.


cominciato casualmente ha raccontato Patrizia Porreca con un funzionario
dellambasciata australiana, venuto a Montepulciano per un corso. Si trovato molto bene
e ha passato la voce. Da l sono nati rapporti di qualit con le altre Rappresentanze.
Questestate abbiamo avuto da noi lambasciatrice a Roma della Nuova Zelanda, che stata
qui due mesi con tutta la famiglia; le sue figlie hanno persino partecipato al Cantiere
nel Cos fan tutte.
Preferita dal Venerabile Collegio Inglese di Roma, partner dellIVECO Magirus di Ulm in
Germania per la formazione in italiano dellorganico dei dirigenti, la scuola
riconosciuta per il Bildung anche in diversi Land tedeschi.


I corsi ditaliano costituiscono la maggiore occupazione, soprattutto nella stagione di
pi alta frequenza dallestero, ma altre attivit, come linsegnamento delle lingue
straniere per gli italiani, linterpretariato e il lavoro di traduzioni, praticamente per
qualsiasi lingua, fanno parte dei servizi offerti da questa struttura poliziana.
La scuola offre spesso ospitalit nei suoi locali a concerti, mostre, manifestazioni e
anche a corsi organizzati da altri enti: Vogliamo che questa sede sia aperta a tutti
ha detto Alberto Quinti, socio fondatore Il Sasso fortemente legato al territorio,
con il quale e per il quale lavora.
Il Sasso, infatti, nata come cooperativa di servizi turistici e culturali, secondo le
intenzioni dei nove soci fondatori. Loretta Petti, Liliana Soro e Cristina Santacruz,
insegnanti di italiano in Germania, ebbero lidea iniziale e coinvolsero persone del
posto che conoscevano bene la zona: Alberto Quinti, Patrizia Porreca, Rossano Coccoletti,
Giorgio Pratellesi, Aldo e Denis Paolini.


Il progetto comprendeva, oltre allinsegnamento dellitaliano per stranieri,
lalfabetizzazione degli adulti ed i servizi turistici: Ventanni fa cominciava a
svilupparsi un tipo di turismo culturale interessato ai centri artistici toscani minori
racconta Quinti Costruimmo cos un progetto di promozione turistica, con la presenza di
enti locali ed operatori economici, alle pi importanti fiere turistiche europee. Oltre
alla BIT di Milano, abbiamo partecipato alle fiere di Vienna, Utrecht, Berlino, Amburgo,
Stoccarda, Basilea.
Davamo informazioni sul territorio e abbiamo potuto vedere dallinizio linteresse
crescente per la nostra zona. Erano le vetrine dove si presentavano i nostri prodotti
culturali e le offerte turistiche.


Siamo stati tra i primi a realizzare un catalogo di agriturismi e case vacanza,
allargando anche questo mercato. Tutte queste attivit sono nate da unidea di promozione
e sviluppo di questarea sulla base delle sue risorse, un esempio pratico di sviluppo
sostenibile. Tutto comunque parte dal patrimonio culturale, ambientale, storico ed
artistico che noi, in un certo senso, esportiamo allestero da venti anni e la cui
salvaguardia ci sta particolarmente a cuore.


Due decenni di esperienza non sono pochi e hanno sicuramente lasciato molto in eredit,
dal punto di vista umano: Il tipo di cliente cambiato. Prima era un visitatore dal
carattere pionieristico, alternativo, alla scoperta di unItalia di nicchia. Oggi si
tratta di unaffluenza quasi di massa. Nel corso degli anni, sono venute a studiare
litaliano persone di ogni livello: intellettuali, politici, giornalisti, scrittori,
magistrati, ma anche operai, infermieri, contadini interessati al biologico, oppure
assistenti sociali o cantanti lirici. Cambiando la clientela cambiata lorganizzazione
aziendale, pi manageriale, ma quello che cerchiamo di mantenere il rapporto umano e
diretto con le persone. Scopo del lavoro la comunicazione, cio dare competenze per
questa finalit. Parlando, la gente parla di s, della propria vita: un momento di
incontro che anche uno scambio di esperienze.
Oltre alle amicizie che possono nascere, spesso, ascoltare gli studenti come studiare
la storia attraverso la vita altrui.


I ricordi vengono a volte da momenti lontani ma indelebili: c chi ha raccontato il
proprio inferno nei campi di concentramento, chi parlando della propria famiglia emigrata
ha ricostruito una storia europea al contrario, o il giornalista della B.B.C. che
annunci personalmente alla radio inglese, il 25 luglio del 43, la caduta del Fascismo.
Unaltra esperienza importante stata la ricerca sullanalfabetismo nellambito del
Comune di Montepulciano e lattivazione del corso di alfabetizzazione per adulti,
organizzato dopo un seminario con Massimo Vedovelli, attuale direttore della scuola
ditaliano per stranieri a Siena: una ventina di persone, in maggioranza donne tra i 45 e
i 75 sanni, felici di avere questoccasione per imparare e per capire.


La lingua , il territorio, la storia ed il presente si incrociano continuamente in un
lavoro come questo: il mondo che viene da te e tu acquisti unimmagine del mondo pi
autentica ha aggiunto Antonella Cipriani, uno dei soci Puoi verificare le notizie che
leggi e scopri che a volte la realt unaltra. Avere il modo di comunicare direttamente
fondamentale.


Ventanni di unattivit come questa vanno festeggiati: Organizzeremo sicuramente
qualcosa per i nostri collaboratori pi antichi e faremo ai nostri studenti pi
affezionati, che ci seguono da anni, unofferta particolare, perch tornino a trovarci
per brindare tutti insieme ha spiegato Patrizia Porreca, con lentusiasmo che da
sempre contraddistingue il suo lavoro.


Evidentemente, non solo unoccupazione come tante, ma qualcosa di pi sentito: La cosa
alla quale teniamo moltissimo la qualit. unesperienza nata con, per, dal
territorio; il Sasso non potrebbe esistere senza questo luogo ha concluso Alberto Quinti.


Per altre informazioni: target='blank'>www.ilsasso.com

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523