Montepulciano festeggia il 17 marzo i 150 anni dell

Messo a punto un programma che esalta luoghi, fatti e personaggi storici
Sarà inaugurato l’albo commemorativo dei Sindaci dal 1865 ad oggi

Il Comune ed il Comitato per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia a Montepulciano hanno definito il programma per la Festa nazionale di giovedì 17 marzo.

“L’obiettivo era quello di riportare alla luce o valorizzare elementi della storia locale che si fossero intrecciati con le vicende dell’Italia unita” spiega Franco Rossi, Assessore al Sistema Montepulciano.

“Così non ci siamo limitati al tradizionale corteo ma, grazie all’impegno del Comitato per i 150 anni e di altri collaboratori e ricercatori, proporremo fatti, luoghi e soprattutto personaggi di cui si rischiava di perdere la memoria”.

Così, alle 15.00 del 17 marzo, nell’atrio della sala consiliare, sarà inaugurato l’albo commemorativo dei Sindaci dall’Unità d’Italia e sarà scoperta una lapide dedicata a Lucangelo Bracci Testasecca, primo cittadino durante la 2.a guerra mondiale e poi dopo la Liberazione.

Successivamente partirà il corteo che, accompagnato dalla Banda Musicale, effettuerà un percorso nel centro storico che collega luoghi risorgimentali, come Palazzo Cervini dal cui balcone, nell’estate del 1867, Garibaldi pronunciò la celebre frase “Roma è nostra e l’avremo”.

Il corteo giungerà al Giardino di Poggiofanti dove sarà reso omaggio all’obelisco ai “Cooperatori e martiri per l’indipendenza di Italia” e la manifestazione avrà termine con la Messa per i caduti della libertà, officiata nel Santuario di S.Agnese.

Le celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia si sono aperte a Montepulciano il 29 gennaio, al Teatro Poliziano, con un’iniziativa pubblica a cui ha partecipato Giuliano Amato, Presidente del Comitato nazionale. Prossimo appuntamento in calendario, prima della Festa nazionale, il doppio incontro di venerdì 11 marzo (la mattina ai Licei, nel pomeriggio al Palazzo del Capitano) con Lucio Villari, popolare ed apprezzato studioso, autorevole protagonista del dibattito sul Risorgimento anche attraverso la sua recente opera “Bella e perduta. L’Italia del Risorgimento”, e con la storica dell’arte Anna Villari.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523