Emanuele Bocci@IlCAntinoneArte - sabato 26 marzo 2011

Il tour teatrale di \"Un pò Gabbiano\" di e con Emanuele Bocci, a pochi mesi dall\'uscita del suo ultimo disco Emanuele riporta in teatro il suo spettacolo di teatro canzone.

Emanuele Bocci@IlCAntinoneArte - sabato 26 marzo 2011

Il tour teatrale di "Un pò Gabbiano" di e con Emanuele Bocci, a pochi mesi dall'uscita del suo ultimo disco Emanuele riporta in teatro il suo spettacolo di teatro canzone.

- Emanuele Bocci, Pianoforte - Chitarra - Fisarmonica - Voce
- Emanuele Cannatella, Sax soprano - Sax tenore
- Maurizio Costantini, Contrabbasso

ingresso € 8,00

per info: 0578/757758
3475702458
3924976155

Biografia
Musicista poliedrico e versatile ha studiato canto, pianoforte, fisarmonica, percussioni.

Negli anni si è esibito all'interno di importanti festival e su palchi di prestigio da solista o con la sua band, la Compagnia Musicale "Le Voci del Vicolo". Recentemente ha avviato un’attività da solista che ha visto nell’aprile scorso l’uscita del singolo “Non ci sono più parcheggi” e del relativo videoclip trasmesso su 24 radio e web radio, su 13 TV e web TV, nonché finalista del PIVI 2010 (Premio Italiano Videoclip Indipendente). Frequenta nel 2006-2007 il laboratorio teatrale dell’Accademia Mutamenti. Sperimenta vari stili e linguaggi all'interno di molteplici progetti musicali: formazioni di musica etnica, folk-jazzato, teatro-canzone.

Attualmente è autore e interprete dello spettacolo di teatro-canzone “Un Clima Nuovo”, già presentato in alcuni teatri, festival e piazze italiane. Prendendo spunto da storie e fatti di attualità legati al “clima” in senso “atomosferico”, “Un Clima Nuovo” tratta le tematiche “calde”, i paradossi e le contraddizioni del nostro tempo, ora con sguardo ironico, ora disincantato, ora con fedele senso della realtà.

2° classificato al festival internazionale “Un Bosco per Kyoto” tenutosi al Pala Ariston di San Remo nel novembre del 2010, finalista al festival Risonanze Unplugged”, al “Premio Bindi” e al “Premio Stefano Rosso” 2010. Premio della Critica a "Voci per la Libertà, Una Canzone per Amnesty" 2007, tra i finalisti nazionali del PRIMOMAGGIOTUTTOLANNO 2007, esibizione con Mauro Pagani al festival senese “La Città Aromatica” 2007, in semifinale al “Festival Musicultura” 2007, esibizione al MEI di Faenza 2006, finalisti del “Premio De Andrè” 2005 (RM), 2° classificato al “Premio Lunezia Giovani Autori” 2004, Menzione Speciale all' “On the Road International Festival” di Pelago 2002 (FI), esibizione alla Prima edizione del “Jubilmusic” 1998 al Pala Ariston di Sanremo, tra i 7 vincitori nazionali del concorso “Hope Music” 1997.


Discografia

  • Un Bosco per Kyoto MusicAmbiente – San Remo 2010” 2011 Always – Pomodoro Studio Ed., con il brano “Nunca Mais” di Emanuele Bocci, Michele Campanini, Miguel Arrau Granado.

  • Un po’ gabbiano” – 2010 Horus Music/Audioglobe. Testi e musiche di Emanuele Bocci, prodotto da

Riccardo Cavalieri, arrangiato da R. Cavalieri, E. Bocci, E. Cannatella.

- Non ci sono più parcheggi. Singolo - 2010 Ed. Petraccola. Scritto da E. Bocci, arrangiato e prodotto da Riccardo Cavalieri. Del brano è stato realizzato il videoclip in cui ha partecipato nel ruolo di protagonista Paolino Ruffini.

-         Le Voci del Vicolo - 2008 Blond Records - con brani originali di E. Bocci, F. Bai, M. Campanini, arrangiati da E. Bocci, F. Bai, E. Pellegrini, M. Faneschi.

-          Penso che un sogno così... - Omaggio a Domenico Modugno - Registrato dal vivo presso il Teatro dei Rozzi di Siena il 30 Settembre 2008, Prod. Ensarte, arrangiamenti e direzione Mº Marcello Faneschi.

-         Voci per la Libertà Compilation 2007 - con i brani "Non ho mai sparato" di E. Bocci e "Dove era il bosco" di E. Bocci e F. Bai, interpretati da "Le Voci del Vicolo".

-         PRIMOMAGGIOTUTTOLANNO Compilation 2007 - col brano "Casellante" di F. Bai e M. Campanini, interpretato da "Le Voci del Vicolo".

-         ...dal vicolo o giù di lì... - 2005 autoproduzione - brani di E. Bocci, F. Bai, M. Campanini, interpretato da "Le Voci del Vicolo".

-          Premio Lunezia Compilation 2004 - Rai Trade, Alfa Music - col brano "Ettore" scritto e arrangiato da E. Bocci.

-          Hope Music Compilation 1997 - Morning Star - col brano "Padre Poeta" di E. Bocci arrangiato e prodotto artisticamente da Paolo Diotti e Allan Goldberg.

Un po’ gabbiano

E’ il disco d’esordio da solista di Emanuele Bocci.

Prodotto e registrato da Riccardo Cavalieri (attuale chitarrista di Gino Paoli), arrangiato da Riccardo Cavalieri, Emanuele Bocci ed Emanuele Cannatella, contiene 10 canzoni più una bonus track video.

Compaiono nel disco due ospiti d’eccezione: Paolino Ruffini (nella canzone “Non ci sono più parcheggi”, con tre simpatici momenti parlati, rigorosamente in livornese, nonché come protagonista del relativo videoclip che fa da bonus-track) e Josè Fiorilli (tastierista di Ligabue,  all’organo hammond in “Sono un automa”).

Il disco è una sorta di antologia di brevi racconti, che descrivono l’attualità con sguardo ora ironico, ora disincantato.

Una particolare attenzione viene riservata alle tematiche legate all’ambiente: dalla storia dell’orso polare perso su una zattera di ghiaccio in mezzo a chissà quale mare, alle città intasate dalle auto; il disco si sofferma su fatti di storia recente e passata.

Ne viene fuori una società paradossale, ubriacata, poco consapevole delle sue contraddizioni, dove l’uomo-gabbiano si riduce a caricatura di sé stesso.

I brani di “Un po’ gabbiano” fanno parte di uno spettacolo di teatro-canzone intitolato “Un Clima Nuovo” già presentato in alcune piazze, festival e teatri d’Italia.

 

Un Clima Nuovo

E’ uno spettacolo di teatro-canzone in cui il cantautore grossetano racconta l’attualità e la trasfigura in una ‘favola reale’.

Prendendo spunto da alcuni fatti e notizie che trattano temi legati all'inquinamento ambientale, Un Clima Nuovo attraversa il nostro tempo, i suoi nodi salienti e le sue contraddizioni, svelando una realtà ubriacata dai paradossi.

Emanuele Bocci, ironico e pungente, coinvolge il pubblico e i musicisti in un gioco dialettico che va dal generale al particolare. Il cantautore parte dalla realtà prossima dei piccoli fatti legati al quotidiano e, beffeggiando la contemporaneità, tocca grandi temi politico-sociali: dal picco del petrolio alle città intasate dalle auto, dai mari della Galizia ai paesi in via di estinzione, dalla crisi economica al mutuo “semisecolare”.

Emanuele è un cantastorie che affabula e intrattiene utilizzando l’arte antica del racconto. Mentre si muove su un palco scarno di elementi, si alterna agli strumenti musicali con la naturalezza con cui cambia i vestiti di scena, dalla chitarra, alla fisarmonica, al pianoforte.

 

Lo stile musicale si riallaccia al filone della canzone d'autore, con contaminazioni che vanno dal folk allo swing. Gli arrangiamenti, suonati con strumenti acustici e talvolta arricchiti da sonorità elettroniche, sono essenziali per mettere in risalto la parola e il suo potere narrativo ed evocativo.

 

www.emanuelebocci.it

www.myspace.com/emanuelebocci - www.youtube.com/user/EmanueleBocci

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523