Convenzione tra Comune e Misericordia di Montepulciano

Il Consiglio Comunale di Montepulciano da il via libera alla collaborazione con la Misericordia per la Protezione Civile. Marcocci subentra a Cresti, appello per la pace in Iraq.

Avvicendamento nel gruppo di maggioranza del Consiglio Comunale di Montepulciano. Il
Consigliere Mauro Cresti, eletto nella lista del Centro – Sinistra, ha rassegnato le
dimissioni; è così subentrato il primo dei non eletti, Andrea Marcocci che ha sostituito
Cresti anche nelle commissioni Sport e Sanità. In occasione della recente seduta del
Consiglio, il Sindaco Piero Di Betto ha rivolto un saluto al consigliere uscente,
ringraziandolo per l’apporto fornito all’organo consiliare, ed ha rivolto un benvenuto al
Consigliere Marcocci che già aveva fatto parte dell’assise nella legislatura ’95 – ’99.


Il Consiglio ha poi approvato all’unanimità la convenzione con la Misericordia di
Montepulciano in materia di protezione civile.


La storica associazione proseguirà dunque la sua cooperazione con il Comune, attraverso
l’attività dei volontari, per gli interventi di emergenza o di supporto nel settore della
protezione civile; per la gestione di iniziative pubbliche complesse che prevedono la
presenza di un considerevole numero di persone con eventuali problematiche di viabilità,
traffico o pubblica incolumità; per l’elaborazione di progetti nel settore della
protezione civile e per lo svolgimento di iniziative formative e informative rivolte alle
scuole, a settori della popolazione o zone del territorio.


Il Consiglio ha preso atto, da un lato, della fondamentale importanza che
l’Amministrazione attribuisce alle attività di protezione civile e, da un altro,
dell’impegno della Misericordia a potenziare ulteriormente questo settore attraverso il
coinvolgimento e la formazione di un maggior numero di volontari e l’acquisizione di
nuovi mezzi, strutture ed attrezzature.


Infine il Consiglio ha approvato, con i voti favorevoli della maggioranza e del gruppo di
Rifondazione Comunista e con il voto contrario del centro-destra, un Ordine del
Giorno “Contro il terrorismo e la guerra, per la pace e la democrazia in Iraq”. Il
documento prende atto della situazione attuale del paese asiatico, coinvolto in una
tragica spirale guerra-terrorismo che appare senza uscita, e fa propria
la “Raccomandazione del Parlamento Europeo sulla situazione in Iraq” del 25 settembre
2003, che rivendica per l’Iraq instaurazione di un regime democratico con un ruolo
preminente e dinamico delle Nazioni Unite. La mozione chiede dunque che il Governo
Italiano si faccia promotore di un’iniziativa politica nuova che porti la comunità
internazionale, l’Unione Europea e l’ONU ad operare un’accelerazione al processo di
transizione democratica in Iraq, per restituire agli Iracheni la sovranità del proprio
Paese, violata dalla presenza delle truppe anglo-statunitensi e che il Parlamento ed il
Governo Italiano riconsiderino globalmente il significato della missione delle truppe
italiane in Iraq, dichiarandosi pronti al ritiro delle stesse in assenza di un chiaro
mandato dell'ONU relativo al processo di transizione politica ed economica dell'Iraq.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523