VINITALY 2012: IL VINO NOBILE TORNA PROTAGONISTA A VERONA

Dal 25 al 28 marzo il Consorzio porterà oltre 100 etichette in degustazione. Particolare attenzione anche per i vini col marchio “bio” che a Montepulciano rappresentano oltre il 10% delle aziende.

 


Bis per l’iniziativa del QR-Code dedicato alle aziende associate. Il mercato nel 2012 intanto lancia i primi segnali positivi per il Nobile e il Rosso di Montepulciano


Al Pad 8 (Toscana) stand D12 – D13 del Vinitaly, l’appuntamento dell’anno per il vino italiano presso la fiera di Verona, il Consorzio del Vino Nobile sarà presente come tutti gli anni con un’area espositiva che per questa edizione vede la presenza di oltre 50 aziende di cui 22 in forma diretta. A Verona il banco d’assaggio del Consorzio si presenta con il Rosso di Montepulciano e il Nobile 2009 e la Riserva 2008 (ultime annate in commercio), vini che visti i recenti dati non dovrebbero trovare difficoltà di mercato. «Il primo trimestre 2012 – commenta il Presidente del Consorzio del Vino Nobile, Federico Carletti – ha risulta in linea con il dato riferito allo stesso periodo dell’anno passato in termini di fascette, un dato che questo che ci fa sperare in un buon andamento dell’anno in corso».


Tra le novità di questo Vinitaly, la presenza di un’ampia selezione di Vino Nobile prodotto sotto il regime del disciplinare biologico. Una realtà questa che sta prendendo sempre più piede a Montepulciano con oltre il 10% delle aziende che producono col marchio Bio (il dato nazionale è intorno al 5%), mentre altre sarebbero in attesa del riconoscimento nel cosiddetto periodo di riconversione dei vigneti. Alla luce degli ultimi regolamenti in sede europea una buona occasione di mercato anche per le aziende del Consorzio del Vino Nobile.


Allo stand del Consorzio torna anche il progetto della rete Qr Code, già sperimentato con successo lo scorso anno durante il Vinitaly. Disponendo di uno smartphone dotato di macchina fotografica e di connettività wi-fi si potranno scaricare gratuitamente informazioni sulle aziende di Montepulciano oltre a quelle di carattere turistico appositamente redatte e relative a vari monumenti di Montepulciano.


Il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano ha ottenuto il riconoscimento dal Mipaaf quale unico soggetto incaricato dal Ministero stesso a tutelare la denominazione (80 aziende circa in tutto). Unico Consorzio in Italia, oltre al Chianti Classico, ad aver ottenuto il riconoscimento nell'anno 2011 con il decreto del 20/12/2011. L'operatività vera sull’intera denominazione (circa 80 imbottigliatori) è iniziata a marzo 2012. Nel 2011 sono state prodotte circa 7,5 milioni di bottiglie di Vino Nobile e circa 2,4 milioni di Rosso di Montepulciano Doc. Per quanto riguarda il mercato del Vino Nobile si conferma la tendenza all’esportazione con il 61% (+2% rispetto al 2011) di prodotto mentre il restante 39% rimane in patria. L’export del Nobile si è rivolto come al solito soprattutto verso mercati storici come la Germania (45 per cento, + 8% rispetto al 2010) e la Svizzera (15%) sullo stesso piano degli Usa (15%). Si sono riconfermati in forte crescita anche i mercati asiatici con il 9% del totale export e quello russo, in grande divenire, che nel 2011 ha assorbito il 3%.


 

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523