Festa di San Vittorino di Acquaviva - Dal 28/08 al 02/09

In occasione della Festa di San Vittorino di Acquaviva che si svolge dal 28 agosto al 2 settembre presso i Giardini dellÂ’Ex-Fierale, torna, sul tracciato stradale urbano dellÂ’ antica Via Cassia Adrianea, Sabato 1 Settembre, dalle ore 10 alle ore 22, la tradizionale FIERA di San Vittorino.

–  In occasione della Festa di San Vittorino di Acquaviva che si svolge dal 28 agosto al 2 settembre presso i Giardini dell’Ex-Fierale, torna, sul tracciato stradale urbano dell’ antica Via Cassia Adrianea, Sabato 1 Settembre,  dalle ore 10 alle ore 22,  la tradizionale FIERA di San Vittorino, uno storico appuntamento in Val di Chiana in cui si troveranno moltissimi prodotti di ogni genere a Filiera Corta,  le produzioni delle giovani eccellenze che guardano con rispetto alle tematiche ambientali,  l’immancabile fiera merceologica e… Creazioni di Riciclo presso la ex-Coop con esposizioni e laboratorio di recupero per bambini e adulti. Tra gli oggetti a Filiera corta, presso lo stand del Centro Culturale Gens Valia, da segnalare l’iniziativa "DALL'AUTORE AL LETTORE",  la filiera corta del libro, dove si potranno trovare gli ultimi libri scritti su ogni genere presentati dagli Autori ed in modo particolare sulla storia locale del nostro territorio e… dulcis in fundo,  per tutti i visitatori, come lo fu nell’edizione 2011  a cui furono regalati cinque spicchi di aglione chianino, quest’anno i Consiglieri del Gens Valia, dopo aver pubblicizzato il progetto CEE “RurUrbAl” alla Festa Laurenziana, regaleranno 200 semi di Fagiolina del Lago per una sua reintroduzione negli orti di casa e nelle tavole delle famiglie della Val di Chiana.  Questa rarissima varietà di legume, coltivata fin dagli Etruschi e dai Romani, è tipica dell’ area del Lago Trasimeno e dei laghi di Chiusi e Montepulciano dove la presenza di terreni particolarmente umidi ne ha favorito da sempre la coltivazione. La specie, viene coltivata a scopo alimentare e se ne consumano sia i semi che i baccelli freschi detti cornetti. Le caratteristiche principali della fagiolina del lago sono la piccola dimensione del seme, bianco come un chicco di riso e per questo chiamata anche risina, e il suo sapore tenero, burroso e particolarmente gustoso. Le ricette locali a base di fagiolina sono semplicissime: quella essiccata si mangia lessa con un po' di olio extravergine di oliva, mentre quella fresca (il cornetto) si passa in tegame con pomodoro e aglio. Fino al secondo dopoguerra la fagiolina era l’alimento proteico principale per le popolazioni locali, ma a causa del progressivo spopolamento delle campagne e delle difficoltà di coltivazione era andata scomparendo: si trattava infatti di una coltura lunga e faticosa da effettuarsi totalmente a mano. Un ritorno quindi auspicato dal Centro Culturale Gens Valia ad una alimentazione genuina ed una futura opportunità per le giovani generazioni che vorranno intraprendere una nuova produzione agraria biologica di questo saporitissimo legume meglio se distribuito poi … a filiera corta!

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523