SIENA: CONSERVATORIO DI ZURIGO IN TOUR

Parte da SIENA la tournée delle formazioni musicali svizzere. MERCOLEDÌ 17 OTTOBRE, ORE 21.00, CHIESA SANT’AGOSTINO (Siena). Ingresso libero. Poi, tocca a MONTEPULCIANO, FIRENZE, AREZZO, ORVIETO e CORTONA. Un evento organizzato dalla Fondazione Cantiere Internazionale d\'Arte.

 


 


A SIENA LA TOURNÉE DELLA SCUOLA MUSICALE SVIZZERA
MERCOLEDÌ 17 OTTOBRE, ORE 21.00, CHIESA SANT’AGOSTINO, INGRESSO LIBERO
UN EVENTO ORGANIZZATO DALLA FONDAZIONE CANTIERE INTERNAZIONALE D’ARTE
www.fondazionecantiere.it


L'orchestra del Conservatorio di Zurigo arriva a Siena con la tournée organizzata dalla Fondazione Cantiere Internazionale d'Arte. Mercoledì 17 ottobre 2012, alle 21.00, la Chiesa di Sant’Agostino ospita il concerto sinfonico eseguito dall’organico giovanile della prestigiosa istituzione svizzera. Dopo gli inattesi successi riscontrati nelle tappe di Firenze e Montepulciano, l’orchestra diretta dal maestro Massimiliano Matesic torna in scena con un programma frizzante che si muove tra un'ouverture di Rossini, il concerto per viola e orchestra di Béla Bartók (solista Nicolas Corti) e la Sesta Sinfonia di Beethoven, detta pastorale.


L’Orchestra Giovanile di Zurigo si esibisce nelle tourneè annuali in giro per il mondo (USA, Spagna, Grecia, Canada, Italia, Inghilterra, Corea del Sud, Giappone, Argentina e Sudafrica). Nel 2006 e nel 2009 ha vinto il concorso internazionale per orchestre giovanili del “Valiant Forum” presso il Festival Murten Classic. Nel 2011 è stato presentato in numerose sale cinematografiche della Svizzera e della Germania il film “Tra due Isole”, che documenta la collaborazione con il cantautore siciliano Pippo Pollina nel corso della tour italiano del 2009.


 


Gioacchino Rossini


Ouverture dall’opera Il signor Bruschino


Il Signor Bruschino appartiene al gruppo delle cinque farse rossiniane: tra gli altri titoli con analoghe caratteristiche si distinguono La cambiale di matrimonio e L'occasione fa il ladro, quest’ultima allestita lo scorso anno al 36° Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano. Quella de Il signor Bruschino è una partitura lungimirante per le intuizioni musicali. L’ouverture dell'opera è nota per un originale effetto richiesto da Rossini ai secondi violini che, in questa sinfonia, sono istruiti a picchiettare gli archi sui loro leggii. Grazie alla sua energia, l’ouverture si è affermata nel repertorio concertistico moderno.


 


Béla Bartók


Concerto per viola e orchestra, BB 128, SZ 120


In una lettera del 1945, Béla Bartók spiegava la partitura al violinista e violista William Primrose, al quale è dedicata questa opera: “L'orchestrazione sarà piuttosto trasparente. Anche il carattere cupo, più virile del vostro strumento ha influenzato il lavoro. La nota più alta che uso è il la, ma sfrutto spesso i registri bassi. Il brano è concepito in stile virtuosistico”. L'arte di Bartók raggiunge infatti un clima di pacata contemplazione e acquista una sua chiarezza strutturale e tonale che la rende ricca di vibrazioni umane, pur nel contesto di un discorso più asciutto e stilizzato.


 


Ludwig van Beethoven


Sinfonia n. 6 in fa maggiore, op. 68 "Pastorale"


La Sesta Sinfonia, terminata nel maggio 1808, ha avuto la prima esecuzione il 22 dicembre 1808, sotto la direzione dell'autore. L'opera, presentando un’indicazione tematica per i cinque movimenti, si collega al genere della musica a programma settecentesco, sottolineando il sentimento più che la descrizione dei rapporti fra musica e natura. Il tentativo della Sinfonia d'interpretare in chiave moderna l'antico genere "pastorale" potrebbe essere legato all'aspirazione goethiana di rinnovare il genere dell'idillio, e certe risonanze profonde si percepiscono confrontandola con alcune pagine dei Dolori del giovane Werther.


 


 

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523