Vinitaly 2004: Folla di operatori allo stand del Consorzio

Si è chiusa lunedì 5 aprile alla Fiera di Verona, la 38.a edizione di Vinitaly, con rassicuranti segnali di ripresa dal mercato nazionale ed estero. Il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano era presente nel padiglione 8, interamente occupato dalla Toscana, con il proprio stand a due piani che ha raccolto ben 23 aziende.


Si è chiusa
lunedì
5 aprile alla Fiera di Verona, la 38.a
edizione di Vinitaly, la più importante rassegna internazionale del vino che
si tiene in Italia. Il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano era
presente nel padiglione 8, interamente occupato dalla Toscana, con il
proprio stand a due piani che ha raccolto ben 23 aziende: Gavioli, Canneto,
I Cipressi, La Ciarliana, Lombardo, Nottola, Romeo, Salcheto, Bindella ,
Innocenti, Casale Daviddi, Corte alla Flora, Crociani, Talosa, Palazzo
Vecchio, Paterno, Le Casalte, Il Conventino, Il Macchione, Le Berne,
S.Giovanni, Sanguineto e Villa S.Anna.


Numerosi anche i produttori di Vino Nobile e di altri vini tipici del
territorio presenti alla fiera veronese con proprio stand.


L'ampio settore occupato dal Nobile è stato meta di visite ininterrotte da
parte di operatori nazionali ed internazionali ma anche di migliaia di
appassionati e cultori del vino che hanno mostrato di conoscere molto bene e
di apprezzare a fondo i vini di Montepulciano.


Questa edizione del Vinitaly era molto attesa dai produttori per avere
indicazioni sullo "stato di salute" del settore che aveva destato qualche
preoccupazione in seguito all'incalzare della crisi internazionale dei
consumi.


Ebbene le aziende di Montepulciano tornano da Verona con concreti motivi di
soddisfazione e anche di fiducia. "I contatti sono stati molto
interessanti - afferma Massimo Romeo, Vice Presidente del Consorzio del Vino
Nobile - sia sotto il profilo della quantità che della qualità. Molti
produttori hanno potuto concludere accordi concreti e numerosi contatti
sembrano preludere ad evoluzioni positive. Montepulciano ed i suoi vini
escono rafforzati da questo Vinitaly che, ancora una volta, ha premiato la
capacità delle aziende di tenere alto il "valore" qualità, anche quando la
crisi avrebbe potuto indurre a maggiore prudenza, e di operare con
oculatezza sul fronte dei prezzi, senza lasciarsi andare ad aumenti
ingiustificati che inducono anche incertezza nei consumatori".


Come di consueto il Consorzio del Nobile ha realizzato al Vinitaly anche
alcune importanti iniziative. In particolare, in collaborazione con la
Fondazione Slow Food per la Biodiversità, che si occupa di raccogliere fondi
per la tutela dei cosiddetti "presidi", ovvero prodotti tipici a rischio di
perdere la propria identità, il Consorzio ha organizzato per due giornate di
degustazione di Vino Nobile in abbinamento con pane, salumi e formaggi
tipici di tutta Italia. Per la propria attività a sostegno della Fondazione,
il Consorzio ha ricevuto un riconoscimento da Piero Sardo, presidente della
ONLUS.


Altra iniziativa che ha riscosso notevole interesse ed ha portato
Montepulciano all'attenzione del pubblico nazionale è stata la pubblicazione
su "Terre del Vino", la rivista mensile dell'associazione Città del Vino, di
un ampio reportage sulla città , sul suo territorio e sulla realtà vinicola.
L'inserto, corredato dalle magnifiche foto di Bruno Bruchi, è stato
presentato in anteprima a Verona e farà parte del numero di maggio della
rivista.


Da ricordare, infine, tra le numerose iniziative di degustazione, quella
realizzata domenica in collaborazione con l'APT Terre di Siena e dedicata a
Nobile e Rosso, definiti vini con "tante stelle nel bicchiere".


"Siamo molto soddisfatti della nostra partecipazione al Vinitaly 2004"
dichiara Alamanno Contucci, Presidente del Consorzio del Vino Nobile di
Montepulciano. "Il Consorzio ha propiziato la presenza di numerose aziende
con le quali abbiamo collaborato attivamente; molto interessanti e all'
insegna della concretezza sono stati i contatti con gli operatori
professionali ma anche l'azione di promozione e divulgazione svolta presso
il grande pubblico degli appassionati e dei consumatori. Il mondo del vino
"tiene" rispetto alla crisi internazionale e, a Montepulciano, mostra anche
segnali di ripresa: dunque siamo ottimismi ma anche orgogliosi per l'attento
lavoro compiuto finora da tutti i produttori che, anche nei momenti
difficili, hanno saputo comportarsi con professionalità e maturità".

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523