SANITA' VALDICHIANA - Nessuna esternalizzazione ma collaborazione con i Medici di base. Aggiornamento della situazione a Nottola

Impegno sulle liste dÂ’attesa, sostituiti i medici andati in pensioneNessuna esternalizzazione di servizi, la sanitĂ  a Nottola rimane pubblicaInterviene Andrea Rossi per chiarire la situazione in Val di Chiana

“L’Azienda USL 7 non affida a professionisti esterni la gestione di alcun servizio medico all’Ospedale di Nottola. La volontà dei Sindaci della Val di Chiana e della dirigenza dell’azienda sanitaria senese ha trasformato quello che era stato concepito come un obbligo perentorio in una eventualità che, coprendo eventuali assenze, garantisca la piena funzionalità di quegli stessi servizi, risultando dunque migliorativa per l’utenza”.Con questa affermazione, chiara e categorica, Andrea Rossi, Sindaco di Montepulciano e Presidente della Società della salute della Val di Chiana senese mette a tacere le illazioni e le polemiche che sono andate montando dopo l'approvazione del nuovo contratto tra l'Azienda USL 7 ed i Medici di Medicina Generale (MMG).“Negli atti – precisa Rossi – non vi è alcuna volontà di esternalizzazione dei servizi a professionisti esterni/privati in quanto l’accordo integrativo con i Medici di Medicina Generale e l’accordo con la cooperativa in cui alcuni sono riuniti, sviluppando progetti già in essere in precedenti protocolli, rafforzano, secondo le indicazioni regionali , il ruolo del medico di medicina generale quale attore del sistema del servizio sanitario pubblico”.Nella Conferenza dei Sindaci del 5 luglio, amministratori locali ed azienda hanno concertato che "rispetto al precedente accordo, quello approvato costituisce un miglioramento: i Medici di base – spiega il Sindaco/Presidente – già dall'approvazione del contratto 2010/2012 avrebbero dovuto infatti gestire alcuni servizi come l’Hospice, l’Ospedale di Comunità, alcune campagne di vaccinazione e l’Assistenza Domiciliare Integrata. La volontà dei Sindaci, che ha trovato riscontro nell’atteggiamento della dirigenza, con l'accordo 2013/2015 ha invece trasformato quell'obbligo in una possibilità. Prendiamo quindi atto della disponibilità dei professionisti (che non sono privati) ad intervenire se (e solo se) se ne presenterà la necessità a seguito di carenze di personale derivanti dal blocco del turn over. La gestione diretta da parte della USL 7 non è in discussione – ribadisce Rossi – la sanità è e rimane pubblica, è stata creata solo un’opportunità per dare risposte ai cittadini”.“La possibilità di fornire ai medici, anche attraverso le loro forme di associazionismo, la gestione di alcuni servizi, mediante risparmi che derivano dagli obblighi dei turn over, va valutata nell’ottica di un implementazione dei servizi medesimi per i cittadini senza che ciò comporti modifiche sull’ organizzazione del lavoro dei dipendenti pubblici il cui ruolo resta fondamentale e di raccordo con gli altri professionisti sanitari”.“Gli Ospedali Riuniti della Valdichiana non sono in discussione, il Piano di Riorganizzazione varato dalla Regione Toscana non tocca il nostro complesso che, anzi, viene valorizzato ed ampliato come dimostra il prossimo passaggio da 8 a 20 posti dell’Ospedale di Comunità".Rossi traccia anche il quadro attuale di Nottola, non prima di aver evidenziato le criticità sulle quali gli Amministratori Comunali e la dirigenza della USL sono attualmente più concentrati: “Siamo impegnati soprattutto su due fronti: la riduzione delle liste di attesa e la ricerca di assistenti sociali e personale infermieristico, purtroppo oggi mancanti. In compenso sono stati reintegrati i professionisti usciti dal ciclo lavorativo per raggiunti limiti d’età (in particolare in pediatria, ostetricia e ginecologia) e l’azienda ha dato corso alla nomina del Primario di cardiologia per i tre plessi della Valdichiana, Amiata e Valdelsa. Inoltre è stato redatto il bando per coprire i posti vacanti di altri primariati. Nonostante il blocco del turn over, nonostante le difficoltà economiche, d’intesa con la Regione Toscana e con l’Assessore alla Sanità Luigi Marroni, siamo riusciti a sbloccare le situazioni facendo leva proprio sulla comune volontà di non impoverire un plesso strategico per la sanità come quello di Nottola”.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523