Confermato per il 2014 il Progetto sociale 1 Euro in solidarieta'

Nel 2014 il Comune di Montepulciano riproporrà, per il terzo anno, il progetto “1 Euro in solidarietà”, un’iniziativa senza precedenti su scala nazionale che, integrando il tradizionale rapporto tra Istituzioni e associazioni, ha consentito di raccogliere significative risorse da destinare al sociale.

Nel 2014 il Comune di Montepulciano riproporrà, per il terzo anno, il progetto “1 Euro in solidarietà”, un’iniziativa senza precedenti su scala nazionale che, integrando il tradizionale rapporto tra Istituzioni e associazioni, ha consentito di raccogliere significative risorse da destinare al sociale.

 

Ad annunciare al mondo dell’associazionismo la conferma dell’iniziativa è stata l’Amministrazione Comunale che ha anche fornito i lusinghieri dati di consuntivo.

 

Nel 2013 “1 Euro in solidarietà” ha consentito di raccogliere ben 40.000 Euro che sono stati destinati a progetti di collaborazione per persone rimaste senza occupazione a causa della crisi economica e sprovvisti di ammortizzatori sociali o che versano comunque in condizioni di difficoltà economica e sociale.

 

Sono 51 le persone che hanno potuto quindi prestare per un trimestre la propria collaborazione al Comune, alla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, alla Biblioteca Comunale, al Centro di socializzazione per disabili di Gracciano, alle scuole, alla Misericordia ed alla Associazione Amici del Lago ricevendo un contributo sociale che, oltre ad alleviare situazioni economiche precarie, ha attribuito valore all’apporto dato e restituito dignità alle persone, facendole sentire attive e inserite nel ciclo sociale.

 

I soggetti beneficiari sono stati individuati attraverso una valutazione delle singole condizioni, con il contributo professionale del servizio sociale della USL 7. Il Comune è promotore del progetto e si fa garante non solo della sua gestione ma anche di una equa ripartizione della solidarietà collettiva.

A formare il “tesoretto” che ha alimentato il progetto sono state le associazioni (contrade incluse) che, in occasione di eventi e manifestazioni, offrono pasti al pubblico: per ogni commensale è stato chiesto agli organizzatori di feste e sagre di contribuire con 1 Euro alla nobile finalità, le risorse raccolte sono confluite in uno specifico fondo, gestito dal Comune. Nel corso del 2013 si sono registrati i generosi contributi di altre realtà locali che, in maniera spontanea, hanno condiviso l’obiettivo. Si tratta, in particolare, della Banca di Credito Cooperativo di Montepulciano, che ha versato 10.000 Euro, del Lions Club Cianciano, che ha partecipato con 6.000 Euro, e della Parrocchia di Sant’Agnese che è stata il punto di riferimento dei Pranzi della solidarietà, organizzati con altre associazioni.

 

“Fino a qualche anno fa l’unico rapporto economico tra Comune e associazioni si concretizzava nella concessione di contributi” dichiara il Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi, ideatore del progetto. “Ora il rapporto si è evoluto, attraverso la propria attività, e in un rapporto chiaro e trasparente con l’Amministrazione Comunale, l’associazionismo è partner delle Istituzioni e assume un ruolo sempre più attivo e definito nel panorama sociale”.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523