Aperitivo Caffe Poliziano - 'MORTE DI UN UOMO FELICE' di GIORGIO FONTANA

Sabato 14 marzo alle ore 18.00
CAFFÈ POLIZIANO presenta APERITIVO
MORTE DI UN UOMO FELICE di GIORGIO FONTANA
Direzione Artistica ATTILIO SCARPELLINI
Conduce ATTILIO SCARPELLINI
Lettura MARIANO APREA
Musiche PIERLUIGI PIETRONIRO - violino
Fotografia VITTORIA FENATI
Organizzazione FRANCESCA FENATI

Aperitivo Caffe Poliziano - 'MORTE DI UN UOMO FELICE' di GIORGIO FONTANA

•••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
MORTE DI UN UOMO FELICE
Milano, estate 1981: siamo nella fase più tarda, e più feroce, della stagione terroristica in Italia. Non ancora quarantenne, Giacomo Colnaghi a Milano è un magistrato sulla linea del fronte. Coordinando un piccolo gruppo di inquirenti, indaga da tempo sulle attività di una nuova banda armata, responsabile dell'assassinio di un politico democristiano. Il dubbio e l'inquietudine lo accompagnano da sempre. Egli è intensamente cattolico, ma di una religiosità intima e tragica. E di umili origini, ma convinto che la sua riuscita personale sia la prova di vivere in una società aperta. E sposato con figli, ma i rapporti con la famiglia sono distanti e sofferti. Ha due amici carissimi, con i quali incrocia schermaglie polemiche, ama le ore incerte, le periferie, il calcio, gli incontri nelle osterie. Dall'inquietudine è avvolto anche il ricordo del padre Ernesto, che lo lasciò bambino morendo in un'azione partigiana. Quel padre che la famiglia cattolica conformista non potè mai perdonare per la sua ribellione all'ordine, la cui storia eroica Colnaghi ha sempre inseguito, per sapere, e per trattenere quell'unica persona che ha forse amato davvero, pur senza conoscerla. L'inchiesta che svolge è complessa e articolata, tra uffici di procura e covi criminali, tra interrogatori e appostamenti, e andrà a buon fine. Ma la sua coscienza aggiunge alla caccia all'uomo una corsa per capire le ragioni profonde, l'origine delle ferite che stanno attraversando il Paese...

GIORGIO FONTANA
Nato a Saronno nel 1981. Vive a Milano
Ha pubblicato quattro romanzi (l'ultimo è Morte di un uomo felice, Premio Campiello 2014), un saggio su berlusconismo e identità italiana (La velocità del buio), e un reportage narrativo sugli immigrati a Milano (Babele 56).
E' stato fra i condirettori del pamphlet letterario Eleanore Rigby e ho scritto articoli e interventi su diverse testate italiane e straniere, fra cui il manifesto, il Corriere della Sera, Pagina99, IL, Ilsole24ore.com, Opendemocracy, Doppiozero, Berfrois, lo Straniero, minima&moralia, ecc.
Nel 2012 ha usufruito di un soggiorno mensile presso la Ledig House nello stato di New York. 
Al momento lavora come content manager per eDisplay, scrive qui e là (per lo più su IL, lo Straniero e Tuttolibri). Ha una rubrica su Internazionale.it dal nome E questo, l'hai visto? dove raccoglie i link più interessanti della settimana.

ATTILIO SCARPELLINI
Attilio Scarpellini è presidente e uno dei soci fondatori di Lettera22. Ha studiato in Italia e in Francia, dove è stato borsista presso la Scuola Pratica di Alti Studi in Scienze Sociali di Parigi. 
Giornalista e critico attento ai temi di cultura e di spettacolo, è stato critico teatrale per il "Diario della settimana" e il settimanale "Carta e, collabora alla redazione di "Nuovi Argomenti". Come traduttore ha curato opere di Stendhal, Mallarmé, Maupassant, Drieu La Rochelle. Nel 1997, con il dramma "L'ombra e la voce", ha vinto la prima edizione del premio Via di Ripetta.
Già redattore del settimanale di critica on-line La differenza e vicedirettore del mensile Tempo Presente, nel 2009 ha pubblicato il libro L'angelo rovesciato. Quattro saggi sull'11 settembre e la scomparsa della realtà (Edizioni Idea.
Tra il 2001 e il 2002 ha condotto su Radio Rai la trasmissione Mattino Tre/Lucifero. Dal 2011 è tra i conduttori a RaiRadio3 della trasmissione "Qui comincia".
Dal 2011 dirige la rivista Quaderni del teatro di Roma

MARIANO APREA
Mariano Aprea (Roma, 1958) è attore, regista, drammaturgo. La sua attività si è svolta, tra le altre opere, in: Don Giovanni di Molière con Manuela Kustermann e Fabio Sartor, aiuto regia (2012); Le Ragioni dell’alba, autore e attore (1998); Amleto di W. Shakespeare, attore, drammaturgo, compositore (1996) regia di Alberto di Stasio; Il Contagio di Walter Siti, attore (2009-2011) regia di Nuccio Siano, Duet for One di Tom Kempisky, attore (2011) regia di Michael Margotta; Veronica Franco, un corpo in versi (2007) con Giorgia Trasselli, autore, regista, attore; Voglio andare in prigione Wittgestein, autore e attore (2004) regia di Amir Zuabi; Salve, o Erodiade (2003) autore, regista, compositore; Le ultime sette parole di Cristo sulla croce musica di F.Dubuois diretta da Lamberto Lugli (2001), drammaturgo e voce recitante; Tratti da Beckett, coautore e assistente alla regia(1994), regia di Antonio Mastellone; Trittico di Max Frish, con Franco Alpestre e Fiammetta Carena (1992), regista.
Partecipa come attore ad alcune fiction televisive (Valentino, la leggenda, Il Falco e la Colomba, Storia di Laura, Incantesimo) e ad alcuni cortometraggi e film (La terra e il Vento e Il ritorno e l’addio, di Sebastian Maolucci, La sfinge di Alessandro Giordani Lubrificate nos Domine di Ivan Silvestrini). Attualmente sta dirigendo un film sulla Santa Giovanna dei Macelli di Brecht.

PIERLUIGI PIETRONIRO
Si diploma in violino presso il Conservatorio “S.Cecilia” di Roma nel 1989. Già dal 1983 inizia a collaborare con le orchestre romane (Teatro dell’Opera, Sinfonica della RAI e Accademia Nazionale di S.Cecilia) e contemporaneamente partecipa a concerti e tournées internazionali con ensembles cameristici, realizzando anche registrazioni di colonne sonore (da “C’era una volta in America” a “La vita è bella” e moltissime altre).
Allarga le proprie esperienze partecipando a spettacoli teatrali oltre che in qualità di I violino e assistente musicale (Compagnia della Luna con N.Piovani, Teatro Stabile del Veneto con L.Squarzina, Piccolo Teatro di Milano con G.Proietti, etc.) anche come attore/musicista (Compagnia Attori e Tecnici di Roma e Gli Ipocriti di Napoli) e come autore di musiche di scena (debutto al Teatro Olimpico di Vicenza regia di E.Allegri) per compagnie quali I Fratellini, Teatro “C.Goldoni” di Venezia e altre.
Collabora con artisti che vanno da von Karajan a Jovanotti, da Morricone a Baglioni, da Quincy Jones a Muti, da Javier Girotto a Dulce Pontes, da Yo-Yo Ma a Nyman e molti altri.
RAI TRADE Edizioni pubblica 2 suoi CD: nel 2001 “Postclassica” (realizzato con L.Morace) e nel 2011 “Storie” in cui il M° Morricone (nella presentazione inserita nel Cd stesso) scrive “…l’autore ha un bagaglio tecnico, inventivo e pratico che dà risultati di originalità e freschezza.” e ancora “ …è un compositore vero e onesto.”
Realizza musiche per film, serie tv via web, programmi tv e radio Rai; il video fotografico di Samanta Sollima “MeloDrama” ottiene la nomination all’International Photography Award – Lucie Award 2013 quale “Best Moving Images”.
Dal 2001 collabora con l’Orchestra Roma Sinfonietta che, tra le altre attvità, accompagna il M°E.Morricone in tournées, partecipando a concerti nelle Sale più prestigiose di paesi quali: Europa, Giappone, Cina, Corea del Sud, Stati Uniti, America del Sud, e realizzando anche vari CD e DVD dal vivo e con interventi solistici.

••••••••••••••••••••••••••


•••••••••••••••••••••••••

APERITIVO CAFFÈ POLIZIANO
(stagione 2014/2015)

••••••••••••••••••••••••••

Antico Caffè Poliziano - Montepulciano
Via di Voltaia nel Corso 27/29, 53045 
http://www.caffepoliziano.it/

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523