Museo della Misericordia

Il piccolo Museo della Misericordia di Montepulciano riapre al pubblico dal 1 al 29 agosto. Il museo nasce grazie a munifiche donazioni: tra queste si annotano quelle di Cesira Cocconi e della famiglia Bernabei, che nel tempo sono state amorevolmente custodite dalla Pia Arciconfraternita della Misericordia di Montepulciano.

Il piccolo Museo della
Misericordia, posto nell’Oratorio di Sant’Emidio in Poggiolo, inaugurato nel 2003 in
occasione dei 700 anni dalla fondazione, riapre al pubblico dal 1 al 29 agosto.


Il piccolo museo nasce grazie a munifiche donazioni: tra queste si annotano quelle di
Cesira Cocconi e della famiglia Bernabei, che nel tempo sono state amorevolmente
custodite dalla Pia Arciconfraternita della Misericordia di Montepulciano.


Fin dall’apertura del 2003, si è notato che il vasto consenso di pubblico, oltre che a
stranieri ‘incuriositi’, si doveva alla folta presenza di visitatori poliziani i quali
hanno sentito particolarmente il richiamo di quest’istituzione di volontariato volta a
quella carità cristiana radicata da generazioni nei propri familiari che hanno prestato
la loro opera d’assistenza alla Misericordia; infatti, l’elenco schedario dei confratelli
e delle consorelle e gli albi cartacei dove erano annotati sono stati particolarmente
sfogliati alla ricerca dei propri cari.


Il museo è costituito da piccoli nuclei di opere pittoriche e oggetti sacri: tra le
opere pittoriche esposte la più apprezzata è una tavola raffigurante La Pietà del XIX
secolo attribuita a Candido Sorbini, apprezzato pittore locale.


Curiosa quanto interessante è una riproduzione su carta decorata a mano della pala lignea
raffigurante l’Incoronazione della Vergine di Jacopo di Mino del Pellicciaio, (oggi
esposta al Museo Civico di Montepulciano) datata 1657. Tra gli oggetti religiosi,
reliquari e paramenti sacri vi sono un servizio d’Aspersione dove nella pancia del
secchiello vi è la seguente scritta “Niccolò Contucci donava alla Venerabile
Arciconfraternita della Misericordia di Montepulciano nell’anno 1857”, vari calici tutti
lavorati a sbalzo e una serie di Pianete di seta di vari colori per i diversi momenti
liturgici dell’anno.


Un particolare interesse ha destato l’allestimento dei vari mezzi di locomozione a
trazione umana e animale adibiti al trasporto funebre o degli ammalati e la ricostruzione
del gruppo di confratelli (interamente vestiti di nero e incappucciati) che
accompagnavano il defunto in chiesa e poi per la sepoltura al cimitero.


Un ringraziamento particolare va ai volontari della Pia Arciconfraternita della
Misericordia che permetteranno di vedere il Museo della Misericordia nel mese di agosto.
Gli orari d’apertura saranno comunicati all’ingresso dell’Oratorio di Sant’Emidio.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523