Apre il Cantiere d'Arte

Tutti all’opera con “Il tabarro” pucciniano e «La voix humaine» di Poulenc: si apre il sipario sul rinnovato XXIX Cantiere d’Arte. Due storie di passione per un cast di giovani rivelazioni diretti da Jan Latham-Koenig nella splendida cornice del Teatro Poliziano

COMUNICATO STAMPA



Tutti allopera con Il tabarro pucciniano e

La voix humaine di Poulenc:

si apre il sipario sul rinnovato XXIX Cantiere dArte



Due storie di passione per un cast di giovani rivelazioni diretti da
Venerd sera (30 luglio) alle 21,30, con lapertura del sipario del Teatro Poliziano di
Montepulciano, prender il via la XXIX edizione del Cantiere Internazionale d'Arte La
voce umana vite, passioni e percorsi musicali del Novecento. Il primo grande
appuntamento sar come consuetudine con lpera: in programma prevede due classici del
teatro musicale del Novecento, La voix Humaine di Francis Poulenc e Il tabarro di Giacomo
Puccini. Due storie di passione i cui protagonisti appartengono a diverse classi sociali
della Francia della prima met del secolo scorso, e due diverse letture che la musica del
secolo appena trascorso ha dato della sensibilit e della vocalit femminile.


Ad alzare la bacchetta su un cast di giovani rivelazioni sar il nuovo direttore
artistico e musicale del Cantiere Internazionale darte, il maestro britannico Jan Latham-
Koenig, la serata infatti segna il debutto della Young Janček Philharmonic Orchestra nel
repertorio operistico, una compagine formata da Latham-Koenig nel 2001 selezionando
giovani musicisti provenienti da venti nazioni.


La Voix Humaine di Francis Poulenc, sar affidato alla voce di unautorit nel campo
della vocalit francese come Anne-Sophie Schmidt (la cui interpretazione dei Dialogues
des Carmlites di Poulenc con Latham-Koenig diventata un DVD che ha ottenuto il
Diapason dOr), e Il tabarro, prima parte del trittico pucciniano, con Rosa Ricciotti,
giovane soprano messasi in luce interpretando nel maggio 2004 Il cordovano di Petrassi
allopera di Roma. Protagonista maschile sar Vittorio Vitelli, giovane baritono
rivelatosi ne Il trovatore al Festival di Ravenna 2003, gi interprete tra laltro di
Simon Boccanegra al San Carlo di Napoli.


La regia affidata a Marina Spreafico, allieva di Jacques Lecoq e oggi anima del Teatro
Arsenale di Milano, che ha scritto: "Sia ne Il tabarro che ne La voce umana assistiamo a
un omicidio. L'omicidio l'accadimento centrale sia dell'una che dell'altra opera.
Nell'una e nell'altra si muore per amore. Nel Tabarro l'omicidio violento, palese, di
quelli che portano dritto in galera e sulle pagine dei giornali; nella Voce umana
apparentemente meno violento, pi vicino a quella che viene definita la sensibilit
contemporanea: niente sangue, niente atti efferati, uccidono le parole".


Prende il via cos lappuntamento annuale con lArte organizzato per il
secondo anno consecutivo direttamente dal Comune di Montepulciano, con un programma che
si concluder l8 agosto 2004, ricco di proposte di altissima qualit musicale e
teatrale, in linea con la tradizione sperimentale del Cantiere e il pensiero del suo
fondatore, Hans Werner Henze.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523