Due appuntamenti d'eccezione per la chiusura del Cantiere d'Arte

Musica alla corte dei re cattolici e la Messa Glagolitica chiudono il XXIX Cantiere d\'Arte. La Cattedrale di Montepulciano ospita la Capella Ducale Venetia diretta da Livio Picotti

Si chiude, domenica 8 Agosto, con due appuntamenti d’eccezione il XXIX Cantiere
Internazionale d’Arte. Alle 16.00 la Cattedrale di Montepulciano ospiterà uno dei più
affermati complessi specializzati in musica rinascimentale, La Capella Musicale Venetia
diretta da Livio Picotti. Il Cantiere conferma così la sua vocazione alla ricerca di
tesori musicali poco conosciuti e poco eseguiti, e completa un calendario particolarmente
ricco di offerte di musica sacra di cui hanno fatto parte la Cantata Saint Nicolas di
Britten e la Messa di Dvořák e la Messa Glagolitica di Janáček in programma questa sera
nel Tempio di San Biagio alle 21, 15 all’interno del tradizionale Concerto di chiusura,
dove a suonare sarà la Young Janácek Philharmonic con il Coro della Radio Ungherese
diretti da Jan Latham-Koenig, che ne sottolinea la qualità artistica impaginando un
programma di notevole impegno, riprendendo all’interno di questo concerto i due temi
portanti dell’edizione che sta volgendo al termine: il centenario della morte di Dvořák e
la valorizzazione dell’opera di Janáček, che è nel Dna della giovane orchestra in
residence al festival, nel centocinquantenario della nascita del compositore.


A parlarne è il soprano poliziano Eleonora Contucci, che ha avuto i suoi albori di
celebre cantate lirica proprio nelle prime edizioni del Cantiere curate di Henze.


“ Il Cantiere è stato davvero fondamentale per me – racconta il soprano – fin dalle prime
esperienze fatte da bambina ricordo ancora oggi il bellissimo Pollicino diretto proprio
da Ian Latham-Koenig con il quale ho capito che il canto sarebbe stata la mia professione
futura, che successivamente ho coltivato al Conservatorio”. “Tornare a lavorare con Ian,
è stato davvero un tuffo nel passato, fu il mio primo direttore d’orchestra, anche
all’Istituto di Musica, dimostrava fin da allora un grande talento, e ritrovarlo adesso
dopo vent’anni entrambi da professionisti è emozionante e bellissimo. Anche le scelte
fatte per il Concerto di Chiusura - una musica splendida e molto impegnativa da cantare -
è proprio il tipo di repertorio di quegli anni, ci riporta con la mente ai primi Cantieri
di Henze , caratterizzati dall’internazionalità che ho ritrovato con estremo piacere in
questa edizione”.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523