La scomparsa di mons. Giglioli: cordoglio della comunit

Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale di Montepulciano hanno espresso profondo cordoglio per la scomparsa di mons. Alberto Giglioli, Vescovo della città dal 1975 al 2000 ed attualmente Vescovo emerito.

Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale di Montepulciano hanno espresso profondo
cordoglio per la scomparsa di mons. Alberto Giglioli, Vescovo della città dal 1975 al
2000 ed attualmente Vescovo emerito.

In un messaggio inviato ai familiari, al Vescovo di Montepulciano ed all’Arcivescovo
di
Siena, Massimo Della Giovampaola ricorda la lunga ed intensa attività pastorale di
Giglioli “nel corso della quale ha guidato la Diocesi con attenzione costante ed
esclusiva al bene della collettività”.





Si è spento questa mattina presso il Policlinico
universitario di Siena, dove era ricoverato da alcuni giorni, monsignor Alberto
Giglioli,
Vescovo Emerito di Montepulciano – Chiusi – Pienza, diocesi che aveva guidato dal 7
ottobre 1975, quando fu nominato Vescovo delle tre Diocesi di Chiusi e Pienza e di
Montepulciano prima della loro fusione avvenuta nel 1986. Continuò ad essere Vescovo
della nuova Diocesi fino al 25 marzo 2000, quando, per raggiunti limiti di età, rassegnò
le sue dimissioni e si ritirò a Siena.


Monsignor Alberto Giglioli era nato a Buonconvento (Si) il 4 febbraio 1924. Frequentò il
Seminario Arcivescovile di Siena e il 29 giugno 1947 venne ordinato sacerdote da
monsignor Mario Toccabelli che subito dopo lo inviò a perfezionare gli studi teologici
al
Pontificio Istituto Biblico di Roma, dove si specializzò in Sacra Scrittura.
Ritornato in Diocesi insegnò Teologia Dogmatica e Sacra Scrittura presso il Seminario
Interdiocesano del quale divenne Rettore nel 1967. A Siena ricoprì anche altri incarichi
pastorali: fu parroco di Monsindoli e Ginestreto, delegato vescovile dell’Azione
Cattolica, animatore del Centro studi di San Donato per la preparazione teologica e
spirituale dei giovani senesi.
La sua profonda spiritualità, unita alla preparazione teologica ed umanistica, fece di
lui un apprezzato direttore spirituale e confessore da parte di tante persone di ogni
età
e di ogni ceto sociale.
Dotto e brillante conferenziere ha presieduto e partecipato a numerosi convegni di Sacra
Scrittura e di spiritualità pubblicando anche volumi fondamentali per tali argomenti.


Nell’aprile del 1970 fu nominato Vescovo titolare di Bitilio e inviato a Montepulciano
in
qualità di ausiliare dell’Arcivescovo monsignor Mario Castellano per quella Diocesi. E
fin dall’inizio del suo ministero episcopale si distinse per la sua incessante attività
tra i giovani continuando anche da Vescovo l’esperienza intrapresa anni prima con
i “campi-scuola”.


Nei suoi trenta anni di episcopato nel sud della provincia di Siena Monsignor Alberto
Giglioli ha continuato la sua opera educativa tra i giovani, nel promuovere l’Azione
Cattolica, privilegiando l’annuncio della Parola di Dio in tutte le parrocchie
soprattutto sotto la forma di “Missioni”, visitando continuamente le varie comunità
parrocchiali in tutte le occasioni delle feste e ricorrenze patronali e con la Visita
Pastorale.


Di carattere molto riservato non manifestava sempre i suoi veri sentimenti, ma sapeva
con
intelligenza e con misura esprimere la sua partecipazione e il suo affetto pastorale a
tutte le persone che incontrava, pronto sempre ad ascoltare chiunque a lui ricorreva per
qualsiasi bisogno.


Negli ultimi anni la sua salute si è gradualmente aggravata tanto da impedirgli la
partecipazione, in varie occasioni, alla vita della nostra diocesi, occasioni che egli
ben volentieri coglieva per tornare in mezzo al suo popolo.


Nel pomeriggio di domani, martedì 4 gennaio alle ore 15.00, sarà celebrata in Siena
presso la chiesa della Santissima Annunziata, una cerimonia funebre, al termine della
quale la salma verrà traslata a Montepulciano in Cattedrale per la Veglia funebre che
avrà inizio alle ore 21.00. Le esequie si svolgeranno in Cattedrale alle ore 15.00 di
mercoledì 5 gennaio alla presenza dei Vescovi della Toscana e della autorità locali. La
salma sarà temporaneamente inumata nella Cappella del Clero del Cimitero di Santa Chiara
in Montepulciano per essere poi trasferita definitivamente nella Cattedrale secondo il
Suo desiderio.



da Toscana Oggi - 03/01/2005

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523