Una delegazione della Cornell University in visita a Montepulciano

Studiosi, ricercatori e studenti dagli Stati Uniti a Montepulciano per parlare di sviluppo sostenibile del territorio ma anche per comprendere un modello di crescita dellÂ’economia che ha saputo conciliare unÂ’antica vocazione agricola con il recente impulso dato dal turismo.

Studiosi, ricercatori e studenti dagli Stati Uniti a Montepulciano per parlare di
sviluppo sostenibile del territorio ma anche per comprendere un modello di crescita
dell’economia che ha saputo conciliare un’antica vocazione agricola con il recente
impulso dato dal turismo.


La delegazione appartiene al Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione Regionale della
Cornell University di Ithaca (Stato di New York), uno dei più prestigiosi degli Stati
Uniti, e si trova in Italia per compiere una ricerca sull’evoluzione del tessuto
urbanistico sia di grandi città come Roma, Milano, Venezia, Bari e Napoli sia di centri
più piccoli come Siena, Pisa e, appunto, Montepulciano.


Una quarantina di docenti e studenti sono stati ricevuti in Comune e, nella stessa
occasione, hanno potuto incontrare anche Giacomo Beninati, Presidente della Coldiretti di
Siena.


Secondo l’Amministrazione poliziana “E’ stato un incontro di grande interesse perché,
grazie alla curiosità degli interlocutori ed alla loro competenza, è stato possibile
affrontare ed approfondire molti argomenti, sempre a cavallo tra le scelte di politica
urbanistica e la realtà sociale del nostro territorio”.


Nell’incontro è emerso anche il profilo dell’evoluzione di questo territorio in cui lo
sviluppo industriale ha avuto un ruolo non predominante a vantaggio del rispetto
dell’ambiente; è stato così possibile dare spazio all’agricoltura di qualità ed alla
salvaguardia dell’ambiente, diventati un importante fattore di sviluppo per il turismo.


Inoltre gli ospiti si sono dimostrati estremamente interessati ed attenti al processo di
formazione del nuovo Piano Regolatore Generale di Montepulciano. In particolare, la
formula adottata dal Comune di confronto costante con tutte le realtà economiche presenti
sul territorio fin dai primi passi della redazione del Piano Strutturale ha incontrato
gradimento ed ammirazione.


E l’importanza del fatto che studenti americani siano venuti a scoprire e conoscere i
segreti e le caratteristiche dell’agricoltura e del territorio senese è stata
sottolineata dal presidente di Coldiretti Siena Giacomo Beninati: “Hanno potuto vedere
con i propri occhi e toccare con mano – ha detto Beninati – cosa è veramente il nostro
territorio, famoso in tutto il mondo per le proprie caratteristiche ambientali e
paesaggistiche e in grado di esprimere prodotti agroalimentari unici e richiesti dallo
stesso mercato americano”.


“Basti pensare ai grandi vini, dallo stesso Nobile di Montepulciano alle altre Docg e Doc
senesi, e tutti quei prodotti tipici – salumi, formaggi, olii Dop, dolci, zafferano e
tanto altro – che sono fra i testimonial principali di questo territorio. La grande
risorsa che è arrivata ai giorni nostri – conclude Beninati - è il patrimonio naturale,
le tipicità e la bellezza del territorio. Coldiretti si è da sempre battuta per far
emergere questa linea, portando a valore il rapporto fra il prodotto agroalimentare e il
territorio in cui nasce e favorendo la conoscenza delle nostre peculiarità”.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523