Studenti del Liceo presentano il progetto di razzo a propulsione idrodinamica

Prosegue a Montepulciano la 15.a Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica, organizzata dai Licei Poliziani in collaborazione con il Comune e dedicata al tema “Dalla Terra alla Luna e ritorno”.

Prosegue a Montepulciano la 15.a Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica,
organizzata dai Licei Poliziani in collaborazione con il Comune e dedicata al tema “Dalla
Terra alla Luna e ritorno”.


Oggi mercoledì 2 marzo, alle 15.00, nella Sala Polivalente ex-Macelli, gli studenti della
3.a C del Liceo Scientifico presenteranno il loro progetto di un razzo a propulsione
idrodinamica.


Si tratta di uno degli argomenti della “Settimana” che ha finora suscitato maggiore
curiosità; coordinati dal prof. Roberto Fanciulli, gli studenti si proposero di studiare,
progettare e realizzare un razzo ad acqua non appena, al primo anno di liceo, ebbero il
primo incontro con una materia affascinante come la fisica.

Il razzo è costituito da una bottiglia di plastica da 1 litro e mezzo dotata di ali
stabilizzatrici di volo; il principio di funzionamento è essenzialmente quello di un vero
razzo dove al posto dei reattori c’è dell’aria compressa ed al posto del propellente c’è
dell’acqua.


Viene introdotta dell’acqua nel razzo e poi l’aria compressa. Alla partenza l’aria
compressa espelle l’acqua imprimendo al razzo la spinta necessaria per il volo.

Gli intraprendenti studenti hanno anche simulato il volo del razzo al computer,
utilizzando le leggi fisiche che ne governano il comportamento.


Una dimostrazione pratica del funzionamento dei prototipi sarà offerta giovedì alle
15.00, nel parcheggio antistante la “cittadella degli studi”, in Via S.Martino, con la
collaborazione degli studenti della 2.a C.


Prosegue intanto la mostra “La medicina nel mondo greco-romano”, organizzata sempre
nell’ambito della Settimana Scientifica negli ex-Macelli. La rassegna, allestita
dall’Associazione La Limonaia di Pisa, propone al pubblico un percorso inconsueto
attraverso la storia e la scienza dell’uomo. L’argomento sta suscitando grande interesse
perché tocca esperienza fondamentali delle culture più antiche, proiettando il visitatore
nel magico mondo dei rimedi e delle piante officinali. La mostra è l’occasione per
saggiare la storia della medicina più antica, con le sue scuole, le sue terapie, i suoi
strumenti e – attraverso le pitture dei vasi, le sculture o gli ex-voto – anche per
guardare all’arte antica in maniera diversa.


La mostra, ad ingresso gratuito, sarà aperta fino a venerdì 4 marzo dalle 15.00 alle
18.30.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523