Karin e Antonio Giorgini

Da dieci anni vivono nella campagna toscana: Karin è olandese, Antonio milanese. Entrambi lavoravano nella moda a Milano. Poi, un giorno, sono arrivati la stanchezza per la vita di città e il bisogno di ritrovare un\'esistenza più vera. Così, la decisione di partire: destinazione

Dalla moda milanese alle coltivazioni biologiche in Toscana

Karin e Antonio Giorgini raccontano la loro storia davanti ad un cesto colmo di fiori di zafferano appena colti. Da dieci anni vivono nella campagna toscana: Karin olandese, Antonio milanese. Si sono conosciuti a Milano: entrambi lavoravano nella moda, lui manager, lei stilista con una laurea all'Accademia della Moda di Amsterdam. Poi, un giorno, sono arrivati la stanchezza per la vita di citt e il bisogno di ritrovare un'esistenza pi vera. Cos, la decisione di partire: destinazione Toscana. "Un giorno, la nostra macchina si infil in una stradina nelle Crete Senesi", racconta Karin. "Da allora, non abbiamo pi lasciato la Toscana. Abbiamo lavorato per sei anni in un agriturismo nel Chianti dove gestivano la fattoria con la produzione di olio e vino biologici". Da qui nata la passione per la terra, per i tempi e le stagioni del raccolto. E, quindi, i primi studi e le prime ricerche sull'agricoltura biodinamica e l'omeopatia vegetale. Serate intere passate tra i libri, seguite da approfondimenti e corsi all'Universit di Trieste. Poi, sono arrivati i figli e, con loro, l'esigenza di trasferirsi in un piccolo centro. Adesso vivono in campagna, appena fuori Montepulciano, in via di Martiena, per ora producono olio extravergine, miele e zafferano, tutto rigorosamente biologico.

Dalla loro esperienza nato il progetto di condividere con gli altri queste conquiste, a cominciare dai bambini. Per lo stesso motivo da qualche tempo hanno intrapreso l'attivit agrituristica mettendo a disposizione degli ospiti suite e camere ricavate in una vecchia casa colonica ristrutturata completamente da Antonio, con l'aiuto di Karin ed offrendo loro la prima colazione o, su richiesta, la cena rigorosamente a base di prodotti biologici e vegetariani, prodotti in fattoria o localmente. S, perch dall'agricoltura e dallo studio delle sementi sono passati a quello dell'edilizia naturale e bio-compatibile. "Il filo conduttore sempre lo stesso: migliorare la qualit della vita e il rapporto con la natura circostante", spiega Antonio. Una casa secondo natura. Bella ed accogliente. Ma soprattutto sana e in armonia con le energie della terra. Cos comincia la storia di questa casa alle porte di Montepulciano: una vecchia casa colonica, ricostruita completamente secondo i principi della bioedilizia, immersa nel verde della campagna, tra alberi di ulivo e filari di vite. "Volevamo una cosa sana, dove poter vivere meglio e crescere i nostri figli", spiegano i proprietari, che hanno curato personalmente il progetto e tutte le fasi costruttive, dalla prima pietra all'arredo. "Abbiamo fatto tutto da soli, recuperando le vecchie regole del costruire, quelle della calce e dell'acqua". Una scelta non comune, ma sicuramente in linea con la filosofia di vita dei padroni di casa, per i quali la bioarchitettura solo parte di un pi ampio programma di vita, fatto di agricoltura biodinamica, di medicina naturale e di educazione ambientale. Il progetto della casa segue dunque delle regole di un costruire non invasivo ed ecocompatibile: solo calce, legno e finiture naturali. Tutto qui. Nessuna concessione alle lusinghe dei nuovi materiali edilizi, del cemento armato, di colori e collanti sintetici. A qualcuno potrebbe sembrare impossibile, o forse anacronistico, ma, a sentire i padroni di casa, assurdo e malsano vivere in case gabbie, fatte di cemento armato, tinteggiate con colori chimici e piene di materiali inquinanti.

Qui tutto in armonia con la natura, e tutto stato progettato per vivere meglio. Prima di iniziare i lavori stato chiamato un geo-biologo che ha studiato a lungo la casa, verificando la presenza di eventuali falde acquifere e individuando i punti e i reticoli energetici. Uno studio preliminare di fondamentale importanza per poter definire il posizionamento degli ambienti e della casa stessa. Sono stati cos individuati i temuti nodi di Hartmann, i cosiddetti nodi radianti, ovvero gli incroci di flussi magnetici negativi, estremamente nocivi per la salute. Cos le stanze da letto, le pi importanti visto che il corpo vi riposa per molte ore, sono state sistemate in punti precisi, con le testate del letto posizionate a nord o a nord est, per assecondare i flussi energetici e favorire il riposo. La scelta dei materiali altrettanto importante: niente ferro e fibre sintetiche. Per i letti sono state realizzate le strutture di legno grezzo su cui poggiano materassi di cotone e biancheria di lana e cotone. In tutta la zona notte, inoltre, stato predisposto un disgiuntore di elettricit per isolare il riposo notturno dalla corrente elettrica. Tv e radiosveglie restano fuori. Le pareti sono tinteggiate di colori pastello con pigmenti rigorosamente naturali. La scelta dei colori non casuale, ma segue regole precise per favorire il riposo (nella zona notte), la concentrazione o il gioco (nella zona dedicata allo studio e al divertimento). Il pavimento di legno: in tutta la casa corrono tavole larghe di diversa misura di legno acajou inchiodate a mano trattate con resine naturali come la cera d'api, di carrubo e l'olio di lino. Stesso trattamento anche per le travi di castagno dei soffitti, attentamente recuperate e restaurate. L'arredo semplice e minimale in accordo con l'essenzialit della casa. Nel living al piano terra protagonista la stufa scultura in terracotta, pezzo unico di un artigiano artista di Pavia. Anche per io riscaldamento di casa sono state seguite regole ben precise con tubi, rigorosamente di rame, posizionati sotto il pavimento. Il decor della casa in sintonia con il tutto: pochi oggetti, qualche pezzo di famiglia, fiori freschi e candele accese.

Da poco hanno ultimato la ristrutturazione di un nuovo spazio accanto alla casa, dove si terranno i corsi di educazione ambientale per i pi piccoli e quelli di agricoltura biodinamica e di bioedilizia per gli adulti. Un progetto ambizioso, vista l'omologazione imperante, l'invasione degli OGM e di un consumismo sempre pi spietato. Ma Karin e Antonio hanno dalla loro passione e determinazione.

[Donatella Bernab]

Karin e Antonio Giorgini
via di Martiena 3 53045, Montepulciano
www.montepulciano.com/fattoriasanmartino

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523