Meno tasse alle aziende viti-vinicole che investono sul territorio per il sociale

Detassare gli investimenti compiuti dalle aziende viti-vinicole che ricadono sul territorio e che abbiano una valenza sociale. E’ questa, in estrema sintesi, l’inedita proposta formulata da Massimo Romeo, Presindente del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, e che coniuga la tutela del territorio con la necessità di trovare misure per lo sviluppo di questo settore dell’economia.

Detassare gli investimenti compiuti dalle aziende viti-vinicole che ricadono sul
territorio e che abbiano una valenza sociale.

E questa, in estrema sintesi, linedita proposta formulata dal Consorzio del Vino
Nobile
di Montepulciano e che coniuga la tutela del territorio con la necessit di trovare
misure per lo sviluppo di questo settore delleconomia.


Ad esporla stato Massimo Romeo, Presidente dellassociazione dei produttori di
Montepulciano, in occasione dellincontro organizzato presso la Camera di Commercio di
Siena per fare il punto sulla realt fiscale dei comparti agrituristico e viticolo.


Romeo, la cui proposta ha suscitato interesse ed attenzione, ha spiegato che dello
sgravio fiscale potrebbero godere solo gli investimenti che hanno un effettiva utilit
per la collettivit ed ha citato come esempio il Progetto Fortezza di Montepulciano;
in
questo caso i produttori di Nobile stanno contribuendo al recupero dello storico
edificio
che, al termine della ristrutturazione, sar messo a disposizione non solo per le
attivit legate al mondo vinicolo ma anche per altre iniziative di interesse diffuso.



Naturalmente per potersi concretamente realizzare puntualizza Massimo Romeo - lidea
avrebbe bisogno di essere fissata in unapposita normativa, in un pacchetto per la
competitivit che di grande attualit, ma intanto importante che passi il principio
che le aziende sono sempre pi presenti come soggetti attivi nella realt sociale alla
quale contribuiscono in chiave di sviluppo, valorizzazione del territorio e tutela dei
beni collettivi.


La proposta si inquadra in un ragionamento pi ampio che riguarda le imprese
vitivinicole e le sfide di mercato.


In questa fase lattivit del Consorzio del Vino Nobile si orienta verso tre obiettivi
primari: la tutela del territorio, la tutela dei marchi e la tutela dell'immagine.


"Prendiamo atto che sta diventando impossibile essere competitivi nei prezzi con
i "nuovi
mondi enologici" ha detto Romeo per le loro estensioni produttive e anche perch
lavorano in una sorta di "deregolation morale" che in alcuni casi arriva addirittura
alla totale assenza di previdenza e assistenza verso i lavoratori. E allora dobbiamo
puntare sempre di pi sulla specificit del prodotto e sulla sua qualit.


Il Presidente ha infine accennato al progetto per la realizzazione di una centrale
alimentata a biomasse che il Comune di Montepulciano sta portando avanti dintesa con il
mondo dellagricoltura e che potr avere come conseguenze non solo una riduzione della
bolletta energetica ed un minor inquinamento ma potrebbe proporsi come filiera
alternativa per le zone agricole dove non possibile sviluppare colture di qualit.


Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523