Nasce la Fondazione del Cantiere

Anche la Provincia di Siena approva all’unanimità lo Statuto. Prime indicazioni sul programma della 30.a edizione della rassegna

La Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano è ormai prossima a
diventare realtà. Il Consiglio Provinciale ha infatti approvato con voto unanime lo
Statuto della Fondazione, deliberando anche la costituzione di un fondo di 30.000 Euro
di cui il nuovo organismo avrà disponibilità a partire dal 2006. L’annuncio è stato dato
al Consiglio Comunale di Montepulciano dall’Assessore alla Cultura Alberto Quinti che ha
anche previsto tempi molto brevi per la firma dell’atto costitutivo della nuova
fondazione culturale che ha come primi soci appunto il Comune e la Provincia.


L’Assessore Quinti ha riferito che lo Statuto è stato preliminarmente discusso dalla
Commissione Affari Generali del Consiglio Provinciale, presieduta dal poliziano Luciano
Garosi. In quell’occasione lo stesso Quinti ha potuto esporre ai consiglieri il nuovo
progetto culturale.


Durante la discussione in Consiglio Provinciale, dopo la relazione dell’Assessore
Biasutti, sono intervenuti – tra gli altri – lo stesso Garosi ed il Presidente del
Consiglio Resti prima del voto che è stato, come detto, unanime come d’altra parte si
era già verificato a Montepulciano.


E in attesa, dunque, che la Fondazione Cantiere venga formalizzata, comincia a
sollevarsi il velo sul programma dell’edizione 2005, 30.a della serie. La prima novità
riguarda la direzione artistica che vede Jan Latham-Koenig affiancato da Carlo
Cavalletti, attuale Coordinatore Artistico dell’Accademia Filarmonica Romana e già
attivo collaboratore del Cantiere negli anni ’90.


La seconda novità riguarda la collocazione in calendario della rassegna, che si svolgerà
dal 22 al 31 luglio, in anticipo di circa una settimana rispetto alle ultime edizioni.


Nell’arco di dieci giorni molti sono gli appuntamenti in programma, incorniciati dalle
due serate affidate alla direzione di Jan Latham Koenig: l’inaugurazione di venerdì 22
luglio al Teatro Poliziano con la prima rappresentazione in Italia dell’opera The Knot
Garden del compositore inglese Michael Tippett, di cui ricorre quest’anno il centenario
della nascita, e il tradizionale concerto sinfonico di chiusura che domenica 31 luglio
tornerà in Piazza Grande, luogo d’incontro tra artisti, cittadinanza e turisti, e che
culminerà con l’esecuzione del Requiem di Mozart in cui la Corale Poliziana canterà al
fianco del celeberrimo Philharmonia Chorus di Londra.


Tra questi appuntamenti da segnalare la divertente opera Don Chisciotte di Paisiello,
nella versione realizzata trent’anni fa da Hans Werner Henze proprio per Montepulciano
in occasione del primo Cantiere, che sarà allestita per due sere (23 e 25 luglio) in
Piazza Grande, dove qualche giorno dopo (29 luglio) sarà di scena uno spettacolo di
teatro, musica e danza persiani con una compagnia di Teheran sotto la guida della
celebre regista iraniana Pari Saberi.


Ma come di consueto nei dieci giorni di rassegna non mancheranno altri eventi di grande
interesse come i concerti sinfonici e da camera, con la presenza di grandi artisti del
panorama musicale internazionale, come il pianista e direttore tedesco Alexander
Lonquich, impegnato in due esibizioni; l’omaggio dell’Istituto di Musica di
Montepulciano al Cantiere con un programma di musiche scritte in questi anni
appositamente per i musicisti e gli allievi dell’Istituto da Hans Werner Henze, Detlev
Glanert e Lisa Bossero; una serie di proiezioni cinematografiche notturne; le molte
esecuzioni di musica contemporanea affiancate a grandi classici come le Variazioni
Goldberg di Bach nell’esecuzione di Ramin Bahrami, giovane talento emergente del
pianoforte.


Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523