Tutto pronto a Montepulciano per la sfida tra le contrade impegnate nella terza edizione di

Sara Simeoni e Bruno Pizzul tra gli ospiti del prestigioso premio enogastronomico

Tutto è pronto per la terza edizione di “A Tavola con il Nobile”, il premio gastronomico
riservato alle otto contrade di Montepulciano, organizzato dal Consorzio del Vino Nobile
su un’idea del giornalista Bruno Gambacorta, inviato del TG2 ed autore della
rubrica “Eat Parade”.



Dopo la positiva esperienza del 2004, anche quest’anno la competizione tra le “cucine”
contradaiole occuperà il fine settimana che precede la disputa del Bravìo delle Botti
ovvero quello caratterizzato dal Proclama del Gonfaloniere (sabato 20 agosto), la
cerimonia in costume medievale che apre i festeggiamenti in onore di S.Giovanni
Decollato, e dalla presentazione del panno (domenica 21 agosto), dipinto quest’anno
dalla pittrice senese Rita Ciani e dedicato ai 100 anni di vita dell’Araldo Poliziano,
settimanale diocesano locale.



Sempre più numerosi i giornalisti che prenderanno parte alla manifestazione andando a
comporre una qualificatissima giuria composta, come al solito, sia da “specializzati”
del settore enogastronomico sia da operatori di altri settori dell’informazione.

Tra i giurati d’eccezione saranno presenti a Montepulciano anche la campionessa olimpica
e primatista mondiale di salto in altro Sara Simeoni, Bruno Pizzul, voce “storica” della
RAI nonché appassionato ed intenditore di vini, e Claudio Pasqualin, famoso procuratore
di calciatori (tra i quali Alex Del Piero) e titolare di una rubrica televisiva di
enogastronomia.



La prima degustazione delle quattro giurie, composte da una trentina di giornalisti
provenienti da tutta Italia, avverrà oggi (sabato 20 agosto), all’ora di pranzo, dopo il
saluto del Presidente del Consorzio, Massimo Romeo, che si terrà nella pittoresca
cornice del chiostro della Fortezza di Montepulciano che, dopo l’ “Anteprima” di
febbraio, si riconferma sede degli incontri “istituzionali”.

Al termine della degustazione, una prima riunione plenaria dei giurati decreterà le
quattro contrade finaliste che si sfideranno l’indomani con i secondi piatti.



Il verdetto sarà decretato nella giornata di domenica 21 agosto con la proclamazione del
piatto e della contrada vincitrice della 3.a edizione di “A Tavola con il Nobile”; la
premiazione avverrà pubblicamente alle 22.30 in Piazza Grande, durante la
manifestazione “Cantine in Piazza”, con la consegna della Targa alla contrada vincitrice
e degli attestati di partecipazione alle altre sette in gara.




Molte, quindi, le novità dell’edizione 2005 che ripropone la finalissima a quattro, che
richiede alla giuria un lavoro particolarmente puntiglioso e tecnico. Novità anche per
quanto riguarda l’abbinamento dei vini per ogni piatto che sarà curato dal fiduciario
locale di Slow Food, Alberto Baraldi.



Di sempre maggiore importanza anche le attività collaterali al Premio che il Consorzio
del Vino Nobile ha concepito per rendere ancora più forte il trinomio enogastronomia –
territorio – tradizione.




Domenica 21 agosto, alle 16.30, sarà inaugurata la mostra fotografica “Nobili Profumi e
Nobili Sapori. Storie di Vigne e di Persone” curata dall’Arch. Marco Sbernadori con le
foto dell’artista milanese Paolo Codeluppi e i testi del giornalista Ernesto Gentili. Le
foto della mostra, visitabili presso l’Androne del Palazzo Comunale fino al 6 settembre
2005, rappresentano una “carrellata” di quelli che sono i volti del vino, impreziositi
dalla stampa in bianco e nero.



Sempre nella giornata di sabato il Consorzio ha promosso per i giurati e per gli ospiti
una cena particolare dal titolo “Sapori in Vigna”. I piatti serviti, pensati dal Prof.
Piero Ricci, docente universitario esperto di cucina rinascimentale e coordinatore del
Master dell’Università di Siena “Le Rotte del Gusto”, evocheranno le attività
tradizionali della vigna e della cantina.



“L’obiettivo del premio – come precisa Massimo Romeo, Presidente del Consorzio – è
quello di stimolare le cucine a recuperare i piatti della ricca tradizione gastronomica
del sud senese, personalizzati con un tocco di creatività che rifletta lo spirito di
autonomia e la personalità di questa terra e delle antiche contrade; ma come concordato
con Bruno Gambacorta, riconfermato Presidente della nostra giuria, il tutto dovrà sempre
tenere in primissimo piano l’accostamento con i vini di qualità del nostro territorio”.


Non resta quindi che aspettare per sapere chi entrerà nell’albo d’oro della competizione
dopo S. Donato e Collazzi.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523