Il Brav

Domenica 4 settembre si terrà la manifestazione contradaiola. Le contrade tornano ad organizzare cene e pranzi per raccogliere fondi a favore della famiglia di Michele Lucci, lo spingitore tragicamente scomparso

Il Bravìo delle Botti di Montepulciano edizione 2005 riprende la sua marcia. Nella
riunione del Magistrato delle Contrade di giovedì sera è infatti emersa in maniera
chiara e netta l’unanime volontà di proseguire, sia pure con il dolore nel cuore per la
tragica scomparsa di Michele Lucci, vittima di un malore fatale al termine delle prove
degli spingitori di mercoledì sera.


Il successivo incontro tra il Direttivo del Magistrato e l’Amministrazione Comunale ha
consentito di sciogliere ogni ulteriore riserva e di annunciare ufficialmente la ripresa
della manifestazione contradaiola.


Dunque domenica 4 settembre, data alla quale il Bravìo era slittato dopo il rinvio del
28 agosto, causato dal maltempo, si ripeterà lo storico copione secondo il programma
abituale: dalle 10.00 in Piazza Grande l’estrazione delle posizioni di partenza con la
marchiatura a fuoco delle botti, le sbandierate degli alfieri e la benedizione degli
spingitori; alle 12.00, in Duomo, sarà officiato il solenne pontificale in onore del co-
patrono S. Giovanni Decollato, dalle 15.00 alle 19.00 il Corteo Storico attraverserà la
città e subito dopo partirà la corsa con le botti.



Ma sul programma tradizionale si innesteranno in maniera chiara i segni del lutto:
listate di nero saranno infatti le bandiere “capitane” di ciascuna contrada portate in
corteo e in Via Ricci la passeggiata storica, in segno di rispetto, nel tratto tra
l’Arco del Paolino e lo sbocco in Piazza Grande (il cuore di Talosa, la contrada cui
apparteneva Michele Lucci) terrà le bandiere avvolte ed i tamburi muti.

Alla stessa Contrada di Talosa è stata lasciata la facoltà di scegliere in assoluta
autonomia la forma di partecipazione al corteo storico.

Momenti di raccoglimento saranno osservati nella sala consiliare, prima della cerimonia
di estrazione, al momento delle benedizioni degli spingitori, quando una chiarina
suonerà il silenzio, e subito prima del via della corsa; tutti gli spingitori porteranno
il lutto sulla casacca di gara.

A questo proposito c’è da dire che anche Talosa, per espressa volontà dei suoi atleti,
si schiererà al via della competizione.



Venerdì il Bravìo osserverà una giornata di lutto, in coincidenza con le esequie di
Michele Lucci celebrate a Siena; erano presenti Giorgio Massoni, Reggitore del
Magistrato delle Contrade, Giuliano Olivieri, Assessore delegato al Bravìo, in
rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, gli alfieri di tutte le contrade ed i
rettori o i loro vicari. La cappella di S.Casciano delle Masse è stata affollata anche
da tantissime persone venute da Montepulciano, in particolare da contradaioli di Talosa;
notata la presenza di numerosissimi spingitori del passato e del presente.





Sabato le altre sette contrade riapriranno le proprie sedi con un obiettivo molto
importante: infatti il 30% dell’incasso delle cene di sabato e dei pranzi e delle cene
di domenica sarà devoluto alla famiglia Lucci sotto forma di borsa di studio in favore
della figlia di 6 anni dello sfortunato atleta.




Sempre all’unanimità e con ampio consenso il Magistrato delle Contrade ha deliberato
anche che tutto l’incasso di domenica, detratte le spese, sarà ugualmente destinato alla
moglie ed alla figlia di Michele Lucci.





“Non si fa festa – ha precisato il Reggitore Massoni – né le cene ed i pranzi fanno
parte del cerimoniale ma le contrade si sono organizzate proprio per esprimere in
maniera anche materiale la massima solidarietà alla famiglia di Michele”.




Da parte sua l’Amministrazione Comunale ha auspicato che l’aiuto alla famiglia Lucci
assuma un carattere di regolarità anche negli anni futuri e che comunque il Magistrato
metta in cantiere iniziative dedicate alla memoria dello spingitore scomparso.




“Decisivo è stato l’orientamento di Talosa – spiega Massoni – che ha trasmesso a tutte
le contrade la forza per andare avanti. In questa difficilissima circostanza la contrada
giallo – rossa ha tenuto un comportamento ineccepibile sotto ogni aspetto trovando la
forza di pensare in maniera lucida anche all’immediato futuro. E’ per questo che al
termine della riunione del Magistrato ho voluto ringraziarla pubblicamente”.

Anche Talosa ha rivolto un ringraziamento a tutte le contrade per l’affetto ed il calore
dimostrato.



“Il comportamento di Talosa è stato encomiabile – ha commentato l’Assessore Olivieri –
ma straordinario è stato il clima che si è respirato in questi giorni in cui ha prevalso
una morsa di tristezza: le contrade hanno mostrato tutta la loro grande forza sociale
perché, in un momento veramente difficile, hanno unito le forze, dimenticando le dispute
stracittadine, e si sono strette intorno a Talosa ed al Bravìo”.


Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523