"Musiche e film muti" al Cantinone

17 e 18 Novembre 2005 ore 21.15 presso gli spazi teatrali ed espositivi diPiazza Savonarola. Concerto di musica e proeizione di film. ideazione ed esecuzione Ian Lawrence Mistrorigo

I parte - Charlie Chaplin
giovedì, 17 Novembre - "Il monello"
venerdì, 18 Novembre - "The cure"- intermezzo musicale- "The Immigrant"

(II parte - Espressionismo Tedesco - 16 e 17 Marzo 2006)<!--[if !vml]--> 
“Oggi accompagnare un film muto è un’esperienza molto più che interessante, per qualche motivo queste antiche pellicole abbinate a della musica moderna acquistano un’ attualità assoluta, che trascende il tempo, per trasformarsi in una forma d’arte quasi assestante”.
Ian Lawrence Mistrorigo.

Quattro incontri sul grande cinema muto, i primi due nel mese di novembre, i secondi nel mese di marzo (16-17 Marzo 2006), attraverso una reinterpretazione in chiave moderna del tradizionale commento sonoro. L’accompagnamento musicale, eseguito con pianoforte e computer, non si propone come una sostituzione della colonna sonora originale ma come un profondo omaggio a dei grandi registi e interpreti.
Il progetto ideato e realizzato dal musicista e compositore Mistrorigo invita il pubblico a riscoprire un’arte cinematografica diversa da quella che oggi conosciamo, ad approfondire il complesso rapporto di suggestioni che esiste tra immagine e musica. 

Ian Lawrence Mistrorigo, compositore, pianista eclettico, ha tenuto con successo numerosi concerti in  importanti teatri, club e festival internazionali, in Italia e all’estero, come solista e/o con diversi musicisti e formazioni musicali (Paolo Bressan, Lorenzo Pignattari, Hotel Rif, Lorella Miotello, Gruppo Corale Melodema). Ha musicato dal vivo diversi film muti, composto musica per la radio, la TV e soprattutto per il teatro, collaborando con diversi artisti e compagnie (Pino Costalunga, Dedalo Furioso, Guillermo Horta). Recentemente si è classificato 3° alle selezioni per il festival internazionale di cinema muto musicato dal vivo “Strade del cinema 2005” di Aosta, dove ha ricevuto il 2° premio del pubblico.

Dal 14 Novembre 2005, tutti i lunedì ore 21.15

Letture a teatro
“I promessi sposi” di Alessandro Manzoni
Lettura, commento, curiosità
a cura di e con  Giulio Caporali

In Italia ci sono due opere che tutti dicono di conoscere ma che in realtà non  hanno mai letto: la Bibbia ed i Promessi Sposi. Quello che se ne sa di entrambi proviene più che da vaghe ed improbabili reminiscenze scolastiche, dagli sceneggiati televisi che periodicamente  vengono proposti al grande pubblico della prima serata. Per il grande e misconosciuto romanzo di Alessandro Manzoni, Giulio Caporali propone, con la sua coinvolgente capacità narrativa,  un ciclo di letture dei 38 capitoli del romanzo, affiancati dalle proiezioni dei più notevoli brani tratti sia dalle versioni cinematografiche realizzate che dalle varie riduzioni televisive, a partire dalla classica di Sandro Bolchi del 1967.

Dall'11 Novembre 2005

Aperte le iscrizioni ai laboratori periodici di teatro tenuti da Maria Grazia Putini.

Progetto "Fine settimana con l'arte teatrale"

Ogni 2° e  4° venerdì del mese,dalle 21.00 alle 23.00
"A voce alta" - lettura e dizione

Ogni 2° e 4° sabato del mese,dalle 10.30 alle 13.00
"Le radici dell'attore" - improvvisazione e commedia


“A voce alta”
“Una proposta di alcuni strumenti per intervenire nella realtà usando il Teatro come mezzo di interpretazione. Un laboratorio dedicato all’educazione della voce e alla dizione  per lavorare sulla lettura alta, e sulla parola letta con passione e divertimento, come ad un fenomenale mezzo di comunicazione.”
Maria Grazia Putini. Un viaggio attraverso il mondo della parola, dalla forma alla sonorità, fino alla scoperta della sue potenzialità espressive. Un percorso aperto a tutti, quelli che fanno teatro ma anche quelli che non lo fanno, quelli che semplicemente amano la parola e quelli che della parola hanno fatto il proprio mestiere. Un lavoro approfondito ma che non pone scopi a priori al suo utilizzo, sia esso personale o professionale.
La conoscenza delle regole della dizione sarà lo strumento basilare per poi “giocare” insieme attraverso la lettura “a voce alta” di testi, per costruire una nuova consapevolezza nell’uso della parola (tono, ritmo, colore) e allo stesso tempo per conoscere opere letterarie, per apprezzarne contenuti, sonorità, elementi espressivi. E’ evidente che non ci sono limiti di età per fare questo; solo avere un pizzico di curiosità e voglia di giocare.


“Le radici dell’attore”

“Mettere a disposizione gli strumenti teatrali per sperimentare la professione dell’attore, ma anche e soprattutto il gioco della comunicazione interpersonale e la possibilità di trasformare la propria timidezza elaborandola attraverso le tecniche della commedia.” Maria Grazia Putini
 Il laboratorio propone l’improvvisazione come un ottimo punto di partenza per lo sviluppo della creatività, come lo strumento utile per trovare ogni volta elementi originali per la costruzione di un personaggio. Il percorso analizzerà dunque gli elementi peculiari di questa tecnica, facendo particolare riferimento all’esperienza della Commedia dell’Arte italiana. Un’occasione formativa rivolta a chi vuole arricchire il proprio percorso di formazione artistica, ma anche a coloro che più in generale sono interessati a scoprire le radici più profonde dell’arte teatrale moderna e contemporanea. La messa in scena di uno spettacolo finale permetterà a tutti i partecipanti  di realizzare un evento teatrale sulla base del lavoro svolto. Il costo di ciascun laboratorio è di 40 euro. La prima lezione dei due laboratori è gratuita. Maria Grazia Putini è giornalista e si occupa di problemi culturali per il Giornale Radio della Rai. Come attrice e regista ha lavorato a lungo per la Radio e la Televione. Dal 1984 al 1994  ha realizzato laboratori teatrali nelle scuole medie superiori dell’Umbria e del Lazio mettendo in scena storie di adolescenti alle prese con il complesso rapporto con il mondo adulto. Ha recitato in Teatro con Isabella Del Bianco, Cristiano Censi e Davide Montemurri, lavorando sui meccanismi di costruzione del personaggio attraverso le tecniche dello psicodramma di Jacob Levi Moreno. Ha scritto brevi saggi e articoli sulla storia del Teatro e dell’improvvisazione nel metodo Stanislavskij, e sugli sviluppi e le applicazioni del metodo Strasberg. Vive e lavora tra Napoli e Roma.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523