Presentato il Piano del Traffico di Montepulciano

Rotatori, la soluzione per snellire la circolazione e renderla più sicura. Il Sindaco annuncia imminenti novità sulla Zona a Traffico Limitato

Anche in una realtà considerata estremamente tranquilla come quella di Montepulciano, il traffico motorizzato ha assunto una tale importanza da dover essere oggetto, in una logica di “governo” del territorio, di studi e rilevamenti scientifici.
Così, in occasione della prima assemblea pubblica dedicata al nuovo Piano del Traffico, per la cui realizzazione l’Amministrazione poliziana si è rivolta allo Studio Polinomia di Milano, non pochi – tra i numerosi intervenuti – si sono sorpresi nel sentire che a Montepulciano, lungo Via Calamandrei, all’altezza della Chiesa delle Grazie, transitano in media 12.000 veicoli al giorno con punte, nelle ore di maggior traffico, di 700 / 800 veicoli all’ora e che le stesse quantità di rilevano anche al bivio di S.Biagio.
Il Piano del Traffico ha come obiettivo la razionalizzazione della viabilità, che si traduce anche in un aumento della sicurezza sulle strade, e la riduzione dell’impatto sull’ambiente della circolazione dei veicoli a motore. Inoltre è lo strumento di cui può dotarsi l’Amministrazione per salvaguardare il proprio patrimonio architettonico e per difendere la qualità della vita.
Per questo le scelte derivano da un’attenta analisi della realtà che ha fatto emergere dati come quello citato più sopra.
Il Sindaco Massimo Della Giovampaola ha aggiunto altri elementi, utili per valutare il piano nella sua globalità: la previsione dell’apertura del casello autostradale a Montepulciano Stazione ed il dato relativo alle infrazioni rilevate dalla Polizia Municipale che assommano a ben 3.300 e che sono l’indice della necessità di applicare con rigore le regole. Il Sindaco ha poi aggiunto l’integrazione tra il piano ed il progetto della nuova Strada Statale 326 e l’orientamento a creare le rotatorie che snelliscono il traffico rallentandone la velocità, a tutto vantaggio sia della viabilità sia della sicurezza.
In occasione della prima assemblea l’attenzione si è concentrata su Montepulciano Capoluogo e su S.Albino; le realtà delle altre frazioni saranno approfondite in occasione di futuri incontri che precederanno la discussione in Consiglio Comunale.
Le novità principali che riguardano Montepulciano saranno la creazione di rotatorie all’incrocio di S.Biagio, considerato molto pericoloso e talmente complesso da richiedere una doppia rotonda, lungo Via Calamandrei all’altezza dell’ex-ospedale e di due mezze rotatorie a S.Agnese. Il piano propone poi di rendere a senso unico Via Bernabei verso la cittadella scolastica attivando percorsi alternativi per risalire verso l’Autostazione e verso Via Calamandrei, e di ampliare fino a Piazza S.Maria la Zona a Traffico Limitato. Piazza Grande e le vie limitrofe dovrebbero diventare invece isola pedonale. Il problema dei parcheggi sarebbe risolto con un uso più razionale di quelli esistenti e con futuri impianti sotterranei dotati di impianti di risalita verso il centro storico.
Anche a S.Albino la previsione è di due rotatorie, agli ingressi del tratto urbano della S.S. 146.
Naturalmente si tratta di interventi costosi (il Sindaco ha accennato ai 540.000 euro necessari per la doppia rotatoria di S.Biagio), la cui realizzazione è prevedibile in un ampio arco di tempo. Ma dotarsi di strumenti di analisi e di pianificazione è l’unico modo per compiere scelte ed individuare priorità.
Molto più immediati, invece, gli interventi annunciati da Della Giovampaola rispetto al Centro Storico di Montepulciano: “Torneremo a far osservare le regole già esistenti che sono poi il frutto della volontà popolare espressa nel referendum dell’89. Dunque massimo rispetto della Zona a Traffico Limitato, utilizzando anche le telecamere ai varchi; via le auto dal corso principale (a tutto vantaggio anche del servizio di trasporto pubblico urbano, così molto più scorrevole); chiusura totale 24 ore su 24 per 6 mesi all’anno (contro i due estivi attuali) e abbonamenti al Pollicino a prezzo agevolato per consentire alle centinaia di lavoratori che oggi giorno devono entrare nel centro storico di lasciare le auto più distanti dalle mura”. Una “stretta” annunciata dunque, una più puntuale applicazione delle regole già esistenti per tornare a dare al Centro Storico di Montepulciano la massima vivibilità.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523