A Montepulciano fervono i preparativi per l'Anteprima del Nobile 2005

Anteprima del Vino Nobile di Montepulciano: grandi aspettative per l\'annata 2005. Anche l\'enologo Giacomo Tachis prevede una buona vendemmia

Oltre 2.000 operatori e più di 100 giornalisti da tutto il mondo. Sono questi i numeri dell'edizione 2006 dell'Anteprima del Vino Nobile di Montepulciano che si svolgerà nella prestigiosa cornice della
Fortezza, il 20 febbraio per gli operatori e il 23 per la stampa con la
"coda" del fine settimana presso l'Enoteca del Consorzio eccezionalmente aperta per i visitatori.

Come di consueto l'Anteprima sarà una grande occasione per presentare non solo i prototipi dell'ultima vendemmia (quella 2005), ma anche l'intera produzione vinicola del territorio e, più in generale, una ricchissima realtà sociale, ambientale, culturale.

Il numero di inviati accreditati supera di gran lunga quello registrato
nelle precedenti edizioni ed è un segno della grande attenzione che il mondo dell'informazione dedica ai vini e a Montepulciano nel suo complesso.

«Oltre ai campioni del 2005, vendemmia che si preannuncia di grande livello e dunque candidata ad ottenere un punteggio elevato, presenteremo anche il Vino Nobile 2003, pronto ad essere immesso in commercio» spiega Massimo Romeo, Presidente del Consorzio del Vino Nobile.

Se le previsioni sull'annata del presidente del Consorzio potrebbero essere ispirate ad una comprensibile logica "di parte", a dare forza e credibilità alle parole di Romeo ci pensa Giacomo Tachis, enologo di fama internazionale, "padre" di grandi vini italiani (e toscani) che a Bruxelles, in occasione di una conferenza promossa dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano con la Regione Toscana, ha detto: «La vendemmia 2005 a Montepulciano potrebbe restare negli annali della storia del Vino Nobile».

Tra le novità dell'edizione 2006 la scelta di una commissione esterna al
fine di valutare in maniera ancora più obiettiva la qualità del 2005. La
commissione, divisa in due sottocommissioni, una per il Nobile e una per il Rosso, sarà composta da due enologi come presidenti, uno per
sottocommissione, un giornalista di settore, un ristoratore, un enotecario e, per la prima volta, da un consumatore in rappresentanza della categoria.

«Le commissioni di valutazione stanno lavorando alacremente e con estrema serietà - ha aggiunto Massimo Romeo - per determinare in maniera obiettiva le caratteristiche dell'annata».

Quest'anno saranno 35 le aziende presenti con un loro spazio espositivo all'interno della Fortezza. Si tratta di Avignonesi, Bindella, Boscarelli, Canneto, Cantina del Redi, Cantine Innocenti, Carpineto, Casa Vinicola Triacca, Casale Daviddi, Contucci, Dei, Fassati, Fattoria del Cerro, Fattoria di Palazzo Vecchio, Godiolo, Gracciano Svetoni, Icario, Il Conventino, La Bandita e Lunadoro, La Braccesca, La Ciarliana, Le Bèrne, Le Casalte, Le Tre Berte, Lodola Nuova, Nottola, Poggio Alla Sala, Poliziano, Romeo, Tenimenti Angelini, Tenuta di Gracciano della Seta, Tenuta di Poggio Uliveto, Tenuta Il Faggeto, Tenuta Valdipiatta e Villa S. Anna.

«L'Anteprima è un appuntamento di grande importanza - afferma Massimo Romeo - sia per le aziende vinicole di Montepulciano sia per l'intero comune che ha l'opportunità di presentarsi ad una platea così vasta di professionisti dell'informazione».

La manifestazione si aprirà mercoledì 22 febbraio con la cena di benvenuto presso l'Hotel Ambasciatori di Chianciano Terme e proseguirà l'indomani nella Fortezza di Montepulciano dove a partire dalle 10.00 si terrà l'attesa degustazione che coinciderà con l'assegnazione ufficiale delle "stelle" alla vendemmia.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523