Il Vino Nobile di Montepulciano incontra la

Al ristorante “Carmagnini del ‘500” , tra autorità e sportivi, il Consorzio del Vino Nobile ha promosso una serata per il ritorno della storica bistecca

Tra applausi e brindisi il ritorno nelle tavole della bistecca Fiorentina stato accolto da circa un centinaio di ospiti, venerd 20 gennaio, nella sala del Ristorante Carmagnini del 500, a Pontenuovo di Calenzano (Fi). La serata, promossa dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, ha avuto come protagonisti assoluti il Rosso, il Vino Nobile di Montepulciano e la carne mugellana grigliata dal padrone di casa, Saverio Carmagnini. Ospite del Consorzio anche una rappresentanza della Fiorentina (questa volta la squadra di calcio). Tra gli ex calciatori viola il campione del mondo Giancarlo Antonioni, Luciano Chiarugi e Claudio Merlo.


Una serata questa ha sottolineato il presidente del Consorzio, Massimo Romeo che celebra uno sposalizio unico, quello tra due prodotti toscani portavoce nel mondo del territorio, la bistecca Fiorentina e il Vino Nobile di Montepulciano.


A sostenere il connubio tra le tradizioni toscane non stato solo il presidente Romeo. Tra gli ospiti della serata anche il presidente del Consiglio Regionale della Toscana, Riccardo Nencini, che ha sottolineato le parole del presidente del Consorzio del Vino Nobile aggiungendo che appuntamenti come questi non possono che rafforzare la tipicit dei prodotti toscani, fatti tutti per rappresentare nel mondo il territorio distinguendosi in qualit e prestigio.


Ad accompagnare le bistecche sui tavoli una selezione di oltre 30 etichette tra Rosso e Nobile di Montepulciano, accuratamente selezionate dal presidente Ais Toscana, Saverio Carmagnini. Un appuntamento unico ha affermato Carmagnini che sottolinea lunicit del sapore della carne di chianina esaltata dai profumi e dalla consistenza dei vini prodotti a Montepulciano.


Le carni cucinate sono state fornite per loccasione dal CAF (Cooperativa Agricola di Firenzuola) a rappresentanza del quale ha preso parte alla cena il presidente, Roberto Nocentini, che nel finale di serata ha parlato dellimportanza della tracciabilit nella zootecnia. I tagli delle bistecche sono stati selezionati in capi di Chianina dai 12 ai 18 mesi di et.


Per il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano questo appuntamento dimostra limportanza che i propri vini rivestono nel panorama toscano. Non un caso infatti, come pi volte nel corso della serata stato ribadito dalle autorit presenti, che ad accompagnare il ritorno della storica bistecca siano stati chiamati i vini poliziani frutto di una strategia di produzione che negli anni ha visto crescere a vista docchio il peso qualitativo e tradizionalista di una gamma di prodotti che nel panorama del mercato internazionale rappresenta una fetta di maggioranza nelle vendite dei vini italiani.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523