Presentazione del rilievo architettonico del Centro Storico

Dopo 30 anni, unÂ’opera fondamentale per la pianificazione urbanistica nellÂ’abitato

Sabato 10 giugno la presentazione del rilievo architettonico del Centro Storico Dopo 30 anni, un’opera fondamentale per la pianificazione urbanistica nell’abitato.
Nel 1978, per la prima volta nella storia della legislazione italiana, lo stato emana una normativa sui piani per il recupero ed il risanamento dei centri storici. La legge nasce sulla base di un’esperienza concreta, quella di Montepulciano, dove il Comune aveva assegnato all’architetto Alberto Samonà (iniziatore, negli anni ‘60, del rinnovamento ideale, morale e pratico della pianificazione urbanistica) l’incarico di redigere il proprio piano particolareggiato.

Se già circa 30 anni fa Montepulciano era all’avanguardia nella propria politica urbanistica, una nuova iniziativa si appresta a sottolineare la linea di continuità con il passato.

Sabato 10 giugno, alle 11.00, nell’androne del Palazzo Comunale, in Piazza Grande, sarà infatti inaugurata la mostra “Il rilievo del Centro Storico di Montepulciano”, realizzata in collaborazione con la Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze; farà seguito una tavola rotonda con gli interventi del Sindaco Massimo Della Giovampaola, degli Assessori all’Urbanistica Silvana Micheli (Provincia di Siena) e Andrea Rossi (Comune), dell’Arch. Massimo Bertone, funzionario comunale del Servizio Urbanistica, e, per l’Università fiorentina, del Prof. Arch. Marco Bini, vice Preside della Facoltà di Architettura, del Prof. Arch. Stefano Bertocci e dell’Arch. Sandro Parrinello, rispettivamente responsabile scientifico e coordinatore della ricerca.

Non bisogna dimenticare che, in assenza di un piano particolareggiato (di cui il rilievo è la parte fondamentale), la Legge Regionale vieta i cambi di destinazione d’uso. Per questo l’Amministrazione Comunale dette avvio negli anni 2000 – 2002 ad un primo atto di pianificazione, affidato al Servizio Urbanistica ed all’Arch. Nello Manganelli, limitato alla parte alta del Centro Storico (il “Sasso”), di schedatura degli immobili e di regolamentazione degli interventi. Ciò ha prodotto effetti positivi come si può facilmente rilevare dalla proliferazione di nuove attività soprattutto lungo via dell’Opio.

Alla luce della positiva esperienza maturata, nel 2003 l’Amministrazione ha ritenuto di ampliare la pianificazione di dettaglio a tutto il Centro Storico del capoluogo avvalendosi delle attività in corso e delle competenze della facoltà di Architettura dell’Università di Firenze.

“Il progetto è nato – spiega l’Assessore Andrea Rossi – quando, grazie alla collaborazione con il prof. Bertocci, gruppi di studenti dell’Università di Firenze hanno cominciato a rilevare (quindi, in parole povere, a “misurare”) tutti gli edifici esistenti all’interno delle mura”.

“Il nuovo piano particolareggiato del Centro Storico sarà costituito da due parti – prosegue Rossi – analitica e normativa e regolerà le destinazioni d’uso e le categorie d’intervento sugli immobili (ristrutturazioni, restauri etc.). L’Amministrazione ha incaricato il proprio Servizio Urbanistica della redazione del piano come variante al Piano Regolatore Generale che farà parte integrante del nuovo Piano Strutturale in corso di adozione e si avvale della consulenza dell’Università; in tal modo è stato possibile procedere all’informatizzazione di tale schedatura ed alla produzione di una cartografia in scala 1 a 500 del Centro Storico. Si tenga presente che l’elaborato precedente risaliva al 1974 ed era in scala 1 a 1000: ora disponiamo dunque (sia su carta sia in versione informatizzata) di un documento con un elevatissimo livello di dettaglio che ha eguali in pochi altri comuni d’Italia, si tratta veramente di un grande salto !”.

Lo staff del Prof. Bertocci ha elaborato anche una schedatura degli spazi aperti ed uno spettacolare modello tridimensionale del Centro Storico. “E’ evidente che la Facoltà di Architettura di Firenze sta investendo su Montepulciano – commenta il Sindaco Massimo Della Giovampaola – mentre il Comune è impegnato a cercare risorse per poter acquisire tutti gli elaborati. Già nel 2005, dal Fondo per la Progettazione della Provincia di Siena, abbiamo ricevuto 30.000 euro a favore di questa attività ed uguale richiesta è stata avanzata per l’anno in corso allo scopo di poter finanziare un identica attività di schedatura e regolamentazione per il Centro Storico di Valiano”.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523