Al Cantiere d

Con Cel[lu]le di Marco Giommoni al Teatro dei Concordi di Acquaviva

Continua il cammino del 31° Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano. Dopo il successo del doppio appuntamento con il dittico operistico “Henze – Weill”, si prosegue ancora nel segno del teatro musicale con una proposta singolare ed avvincente.

Lunedì 17 Luglio, alle ore 21.15, al Teatro dei Concordi di Acquaviva di Montepulciano, va in scena Cel[lu]le (geografia enigmatica di uno spazio immaginario), videoallestimento di teatro musicale minimo in un prologo, cinque quadri ed un finale per due soprani, narratrice, flauto, live electronics e computer tape (liberamente ispirato al romanzo Topologie d’une cité fantôme di Alain Robbe-Griller), testi e musica di Marco Giommoni, videoproiezione di Lorenzo Bui, coreografie di Grazia Galante.

Questa produzione rinnova l’attività sperimentale sul teatro contemporaneo in musica avviata nella scorsa edizione del Cantiere presso il bellissimo Teatro dei Concordi ad Acquaviva di Montepulciano.

La proposta di quest’anno è un allestimento dai tratti assolutamente essenziali – un teatro “minimo”, per l’appunto – costruito sulla capacità espressiva e comunicativa di una partitura che è allo stesso tempo musicale, visiva e spaziale e nella quale quattro musicisti-attori interagiscono in tempo reale con una videoproiezione ed una sonorizzazione elettronica.

Una serie di elementi costruttivi – o, per meglio dire, sintattici – rigorosamente programmati regola lo sviluppo dell’opera che si snoda in un continuo gioco di rimandi, di alternanze tra presenze reali e virtuali, di sdoppiamento dei ruoli e illusioni sonore, videografiche ed illuminospaziali. Il tutto finalizzato a creare un clima di forte suggestione che consenta allo spettatore di cogliere le delicate atmosfere, i segnali e le sollecitazioni suggerite dalla trama del romanzo di Robbe-Griller – padre ed ideologo del movimento letterario nouveau roman - alla quale l’opera stessa liberamente si ispira.

Marco Giommoni – cinquantaduenne compositore ed ingegnere del suono veneziano, autore di un’apprezzata produzione cameristica e per la scena che dai primi anni Ottanta si è dedicato in maniera intensiva all’informatica musicale e alla musica elettronica collegate all’interazione tra voce, suono naturale, ambiente ed elettronica digitale – ci trasporta in questa particolare ed affascinante dimensione narrativa con la partecipazione degli interpreti Giovanna Vivarelli (narratrice), Maria Chiara Pizzoli e Rossella Dell’Andrea (soprani), Sara Clanzig (flauto) e le danzatrici allieve della Scuola di Danza “Balletto del XXI Secolo” di Montepulciano diretta da Grazia Galante.   

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523