Un incontro tra gli abitanti vecchi e nuovi di Abbadia di Montepulciano

Domenica, a pranzo, si incontrano gli abitanti vecchi e nuovi di Abbadia di Montepulciano. LÂ’iniziativa pensata per favorire lÂ’integrazione, in particolare con gli stranieri.

Un incontro tra gli abitanti vecchi e nuovi di Abbadia di Montepulciano per conoscersi, uscire dalla propria realtà quotidiana, aprirsi al dialogo, superare ogni forma di diffidenza.
A promuoverlo è il Comitato di Partecipazione che ha scelto la forma di incontro più immediata e, probabilmente, preferita da tutti e cioè il pranzo.
Così domenica prossima (19 novembre), dalle 13.00 in poi, presso la Sala Rinascita (Casa del Popolo), gli abitanti di Abbadia potranno incontrare e conoscere le circa 200 persone che, dal 2000, hanno preso la residenza nella frazione e, tra queste, gli 80 non italiani che sono andati ad infoltire la popolazione.
L’evento, denominato “Tutti i volti del mio paese”, si propone come una festa a cui tutti possono partecipare ed offrire la propria collaborazione. Così, tra l’altro, gli antipasti, i secondi freddi ed i dolci saranno preparati da volontari (il Comitato garantirà la preparazione del primo) mentre la partecipazione è per tutti totalmente gratuita.
Gli organizzatori stanno inoltre raccogliendo le adesioni di altri volontari che animeranno l’incontro con musiche ed altre iniziative. I gruppi e le associazioni del paese che volessero presentarsi ai nuovi residenti, potranno disporre di uno spazio di alcuni minuti durante il pranzo.
A tutti i nuovi residenti sarà richiesto di compilare un questionario anonimo che servirà al Comitato di Partecipazione per conoscere provenienza, cultura, esigenze, problemi e speranze dei nuovi abitanti del paese. I risultati del questionario (qualora venga redatto da un numero significativo di persone) saranno presentati in un evento pubblico.
“A Montepulciano vivono ormai 796 stranieri, pari al 6% della popolazione – osserva Giuliano Olivieri, Assessore alla Partecipazione – quindi siamo di fronte ad un fenomeno che non si può ignorare. E’ una presenza della quale dobbiamo anzi tenere conto non solo pensando alle necessità di integrazione ma anche al momento di fare le scelte che competono all’Amministrazione Comunale e che non possono prescindere dalle esigenze di questa nuova fetta di popolazione”.
“L’idea dell’iniziativa – spiega Pamela Billi, del Comitato di Partecipazione di Abbadia – è nata da un’osservazione: la nostra frazione nel corso degli ultimi anni ha cambiato volto, non solo perché si è ingrandita (grazie all’incremento generico di popolazione), ma anche perché il flusso migratorio l’ha resa, a suo modo, multietnica e multiculturale. Per questo lo slogan dell’evento è “Tutti i volti del mio paese” e vuol esprimere il desiderio dei vecchi e nuovi abitanti di Abbadia di aprirsi al “diverso”, calare le difese costituite dal sospetto ed iniziare un percorso che sanno essere lungo e faticoso. Da luglio il Comitato di Partecipazione sta lavorando a quest’idea, mettendo in atto azioni di contatto e ascolto delle realtà di aggregazione esistenti”.
”La maggiore difficoltà incontrata – conclude Billi – è stata l’impossibilità di conoscere direttamente i nuovi residenti: in questo il Comune di Montepulciano ha svolto un importante lavoro di sostegno, contattando direttamente i residenti iscritti all’anagrafe, italiani e stranieri, ed inviando loro una lettera d’invito”.

Montepulciano.com il portale informativo sul territorio di Montepulciano (Siena Toscana)
Contattaci | Cookie Policy | Termini d'uso | Regole della community | Mappa del sito

© Montepulciano.com - P.IVA 01329000523